Giornale del 12 Maggio 2011 - Speciale Turchia - sfoglia il giornale

Turchia, meta privilegiata

Speciale Turchia

12-05-2011 NUMERO: 18

Invia
Melda Araz - Turchia Turismo int«Istanbul mantiene sempre il suo straordinario fascino di catalizzatore – afferma Melda Araz, direttrice dell’ufficio cultura e informazioni dell’ambasciata di Turchia in Italia – Il 26 aprile scorso si è chiuso l’Istanbul Shopping Fest che, grazie alla perfetta collaborazione tra il governo e il settore privato, ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati e ha definitivamente confermato la città come capitale internazionale dello shopping».

 

Nei quasi 40 giorni del Festival, infatti, gli acquirenti stranieri hanno fatto registrare un ricavato di tre miliardi di dollari, con un incremento del 70% di utilizzo delle carte di credito; e anche la popolazione turca ha approfittato dell’occasione, con un +25% di utilizzo delle carte di credito. Un successo confermato anche dalla presenza al Festival di osservatori da Dubai, inviati appositamente per comprendere i meccanismi organizzativi della manifestazione e applicarli nel loro Paese.


E anche nei prossimi mesi Istanbul continua a ospitare importanti appuntamenti, con gli eventi culturali in primo piano. Per esempio, è in programma fino al 10 giugno la 17°edizione dell’Istanbul Theatre Festival; dal 4 al 29 giugno la 39° edizione dell’Istanbul Music Festival, dall’1 al 18 luglio la 18° edizione dell’Istanbul Jazz Festival e, per concludere la stagione, dal 17 settembre al 13 novembre la 12° edizione della Biennale di Istanbul. Anche quest’anno, infatti, la IKSV (Istanbul Kultur Sanat Vakfi, ovvero Fondazione Istanbul per l’Arte e la Cultura), organizzazione non governativa e senza scopo di lucro fondata nel 1973, si impegna «a offrire gli esempi più interessanti a livello mondiale in vari settori artistici e, allo stesso tempo, a promuovere i beni culturali e artistici della Turchia». (www.iksv.org).


«Ma la Turchia è anche altro – sottolinea ancora Melda Araz – Tra le destinazioni preferite, in primo piano ci sono senza dubbio Antalya e Izmir dove, per esempio, è appena terminata la prima edizione dell’International Izmir Art Biennal, con la partecipazione di artisti provenienti da tutto il mondo. Inoltre stiamo lavorando per semplificare le procedure di ingresso, cancellando la necessità del visto per oltre 25 Paesi». 

I dati del primo trimestre
«Grazie alla ricchezza e alla varietà dell’offerta culturale, balneare, sportiva, termale, artistico-religiosa e gastronomica della Turchia, anche gli italiani che scelgono il nostro Paese come meta delle loro vacanze sono in costante aumento – prosegue Melda Araz – I dati degli ultimi anni, così come quelli dell’ultimo trimestre, confermano che le strategie di comunicazione utilizzate per il mercato italiano sono efficaci. Tra gennaio e marzo 2011, gli italiani giunti in Turchia sono stati 76.057, con un incremento del 30,39% rispetto allo stesso trimestre 2010; nel solo mese di marzo sono stati 35.683, pari a un + 33,49% rispetto a marzo 2010. In particolare, ad Antalya gli italiani sono aumentati del 29,08%, e a Izmir sono raddoppiati, mentre a Istanbul dove, per facilitare i turisti che visitano la città, sta partendo anche il servizio in lingua italiana al Topkapi e al museo di Hagia Sofia, l’incremento è stato del 20,2% (60.007)».


In generale, i turisti internazionali arrivati in Turchia tra gennaio e marzo 2011 sono stati 3.673.010, con un incremento medio del 15,56% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. 
www.turchia.it

Elisabetta Ambrosini

Ultimi articoli in Speciale Turchia


Vacanze in turchese

17 Maggio 2012

Futurviaggi

17 Maggio 2012

InViaggi

17 Maggio 2012

King Holidays

17 Maggio 2012

Club Med

17 Maggio 2012

Alpitour

17 Maggio 2012

Turisanda

17 Maggio 2012

Best Tours

17 Maggio 2012