Giornale del 16 Febbraio 2012 - Speciale Bit 1 - sfoglia il giornale

Toscana

Speciale BIT 1

16-02-2012 NUMERO: 6

Invia
L’up level cinese è la sfida del 2012

Da un lato la destagionalizzazione del turismo, dall’altra l’integrazione delle eccellenze: cultura, enogastronomia, artigianato ed eventi. Sono le priorità strategiche dell’agenzia Toscana Promozione, perseguite con il “giusto mix” tra marketing di destinazione e marketing di motivazione.

Bric: l’ultima frontiera
È impegnata sullo stesso fronte anche Cristina Scaletti, assessore al turismo della Regione. In termini di flussi, «l’obiettivo principale – afferma – è consolidare il brand sui mercati tradizionali, come Usa e Nord Europa, e intercettare nuove tipologie di visitatori. In particolare quelli provenienti dai Paesi dell’area Bric, Cina in testa, con un rinnovamento dell’immagine che ruoterà attorno al concetto di turismo esperienziale».


Proprio per conquistare il mercato cinese, è stata messa a punto una strategia mirata che punta a coinvolgere tutti gli operatori. Si tratta del progetto di promozione Tourist Experience Design: «Si basa sull’integrazione dei processi strategici, gestionali, organizzativi e operativi, aggregandoli in un’esperienza specifica per il gigante asiatico». L’azione ruota attorno alla collaborazione tra pubblico (Toscana Promozione) e privato (operatori). Un lavoro in team in cui l’Agenzia regionale fornirà servizi e consulenza, e i ricettivisti si aggregheranno in una rete di imprese.


Strategie web 2.0
Secondo l’Osservatorio turistico regionale, nei primi nove mesi del 2011 sono state oltre 535mila le presenze di turisti cinesi in Toscana, pari al 45% in più rispetto al 2010. Una percentuale nettamente superiore al dato nazionale (0,8%).


«Puntiamo a intercettare i nuovi flussi provenienti dalle grandi città della Cina – chiarisce l’assessore –. Si tratta di turisti di fascia medio-alta, che non trovano ancora una risposta adeguata nell’offerta dei t.o. locali, più interessati al turismo di massa. Vogliamo garantire un’esperienza memorabile che li invogli a tornare più volte in Toscana». In Bit la Regione Toscana organizzerà un focus sui Bric. Anche la comunicazione web 2.0 – rilanciata nel 2012 – è orientata a catturare l’attenzione dei mercati emergenti, oltre a quelli tradizionali. «Gli ultimi dati – ricorda ancora Scaletti – ci dicono che oltre il 20% dei turisti cinesi cerca recensioni di viaggi sui social network e che sono circa trenta milioni quelli che prenotano online le proprie vacanze».


Durante il 2012, Toscana Promozione coordinerà la partecipazione regionale a tutte le principali fiere di settore, soprattutto quelle che si svolgono nei mercati emergenti. Per il quarto anno consecutivo, la stagione si chiuderà con Buy Tuscany.

Pad. 3 - St. H1-9/L2-10


Ultimi articoli in Speciale BIT 1


Alpitour World

12 Febbraio 2015

Expedia

12 Febbraio 2015

Eden Viaggi

12 Febbraio 2015

Settemari

12 Febbraio 2015

Ota Viaggi

12 Febbraio 2015

Go Australia

12 Febbraio 2015

Italcamel

12 Febbraio 2015

Alidays

12 Febbraio 2015

I Viaggi del Turchese

12 Febbraio 2015