Giornale del 24 Febbraio 2012

Consuntivo Bit 2012: innovazione e ascolto del mercato

FIERE

24-02-2012 NUMERO: Giornale Online

Invia
Bit 2012Innovazione e ascolto del mercato in primo piano per la 32ª Bit. Caratterizzata da un concept espositivo con percorsi separati e dedicati per operatori e viaggiatori, l’edizione 2012 – con la pre-selezione degli operatori e una fitta agenda di appuntamenti – ha evidenziato un maggiore orientamento business.

 

Bit BuyItaly si è confermato primo workshop mondiale del prodotto Italia con 18.050 appuntamenti contro i 13.000 di Bit 2011 (+38%).

 

Quest’anno il 43% dei 500 top buyer internazionali che hanno incontrato 2.000 seller italiani era costituito da new entry. In particolare, hanno mostrato un forte interesse nell’acquisto del prodotto Italia i buyer provenienti da Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna e Russia.

 

Buoni i risultati anche per Bit BuyClub, il workshop del turismo associativo, con un 77% di new entry tra i top buyer italiani e internazionali.

 

Mercato in evoluzione e social network
Bit 2012 ha registrato 89.800 presenze (-11% rispetto a Bit 2011), di cui 54.600 operatori professionali e 35.200 viaggiatori.

 

«Nel contesto economico attuale, Bit 2012 è stata attenta ad ascoltare le esigenze di un mercato in evoluzione, che risente delle modifiche in atto nell’industria turistica – spiega Marco Serioli, direttore Divisione Exhibitions di Fiera Milano – Questa edizione della manifestazione ha dimostrato che la fiera, ancora una volta, è uno strumento fondamentale per la crescita del business e capace di anticipare i cambiamenti».

 

Quest’anno la Bit ha prestato una particolare attenzione anche al mondo “social”: nella giornata inaugurale di giovedì 16 febbraio, l’hashtag #Bit2012 è stato Top Trend su Twitter. La piattaforma smart di Bit Community sviluppata da Fiera Milano – che riproduce su internet la rete di relazioni delle fiere – ha fatto registrare circa 22 mila tra post e news, 18 mila foto, più di 1.600 album e oltre 3.700 video da circa 300 fonti.

 

In concomitanza con Bit 2012, si è svolta la 20° edizione dell’Eudishow, il Salone Europeo delle attività subacquee, pensato e voluto da Assosub e da Fiera Milano, che si è chiuso con 32.000 presenze e oltre 200 espositori.

 

Workshop, grande affluenza
Bit 2012 ha risposto all’esigenza degli operatori professionali di approfondire l’analisi del mercato. In un contesto di incontro e confronto, sono stati presentati nuovi modi di massimizzare e ottimizzare il business con best practice sui temi più caldi dell’innovazione: recensioni e travel blogger, social media e social commerce, reti pubblico-privato nei sistemi locali.

 

I 13 workshop della fiera, realizzati in collaborazione con Business International, hanno totalizzato oltre 2.000 partecipanti con una media di 150 persone a sessione. Grande affluenza anche agli incontri con le destinazioni internazionali nella Destination Room dedicata.

 

I workshop sono stati anche una fonte di informazione di prima mano sui trend in tutti i mercati per il nostro incoming. Da Bit 2012 è emersa una spiccata tendenza dei viaggatori esteri a superare il classico tour delle città d’arte e la vacanza sole-mare, per andare alla scoperta di località minori e regioni meno frequentate, per “vivere” l’esperienza dello stile di vita italiano.

 

Tra le tipologie di vacanza, continua il successo dell’Italia come meta enogastromica e per i viaggi di nozze. Crescono i viaggi specializzati alla scoperta della musica italiana (soprattutto classica e lirica), di parchi e giardini, piccoli borghi, moda e design.

 

L’appuntamento con Bit 2013 è al quartiere fieramilano a Rho dal 14 al 17 febbraio 2013.

 

www.bit.fieramilano.it


Ultimi articoli in FIERE