Giornale del 24 Febbraio 2012

L'Enit-Agenzia ancora in mezzo al guado

ATTUALITA'

24-02-2012 NUMERO: Giornale Online

Invia
L’Enit resta in mezzo al guado: dopo il ricorso al Tar dell’ex presidente-commissario Matteo Marzotto, ora anche il direttore generale Paolo Rubini – riportano fonti vicine all’ente – intenderebbe far rispettare la scadenza naturale del proprio mandato, a settembre 2012. E vista la propensione del nuovo governo al rigore e alla sobrietà sembra esclusa la trattativa sulla base di una buonuscita importante.

 

I tempi lunghi per il nuovo corso dell’Enit cancellano l’illusione coltivata da molti che la vicenda si chiudesse in pochi giorni, con la designazione di Pierluigi Celli alla presidenza e di Daniel John Winteler alla direzione generale.

 

Tra l’altro il ricorso al Tar di Matteo Marzotto rimette indirettamente in discussione la nomina di Celli, designato poche settimane fa dal ministro del Turismo Piero Gnudi. «L’ho fatto per tutelarmi – ci ha detto Marzotto – e vorrei anche chiarire che questo ricorso ha una motivazione tecnica. Il mio è un atto dovuto, per mettermi al sicuro». E ha aggiunto: «È legittimo che il ministro abbia preso la decisione che riteneva più giusta, io non rivoglio indietro nulla. Ma se ho una responsabilità, devo sapere di averla e me la prendo in pieno».

 

Domina l’incertezza anche al Dipartimento per la Competitività e per il Turismo, dove è ancora in stand-by la poltrona lasciata libera da Eugenio Magnani, tornato a New York. Fonti interne all’Enit danno per molto improbabile un suo rientro, verosimilmente troppo oneroso per le già esangui casse del turismo pubblico. Al ministro Gnudi resta la soluzione del problema, e nel frattempo a livello istituzionale e decisionale non si muove quasi nulla.

 

www.enit.it

Andrea Lovelock

Ultimi articoli in ATTUALITA'