Channel Islands:

ecosistema Usa

VIAGGIATORE RESPONSABILE

02/08/2012

Invia
Channel Islands - Usa intIl viaggio verso le Channel Islands inizia dalla Union Station di Los Angeles, dove si sale a bordo dell’Amtrak Pacific Surfliner diretto a Santa Barbara. Da qui si parte alla volta di Ventura Harbour. Island Packers ha la concessione esclusiva per i tour in due isole dell’arcipelago, Anacapa e Santa Cruz: «È un’azienda di famiglia – racconta Cherryl Connally – nel 1968 mio padre si è innamorato delle isole e ha iniziato a operare le escurisoni anche con barche a remi. Siete fortunati, al largo potrete avvistare orche e delfini».

 

Con il pranzo al sacco, si sale sul traghetto. Ciascuno trova la propria sistemazione: le ragazze ridono a poppa tra schizzi e raffiche di vento, i passeggeri più attivi si siedono al piano superiore, ma è il centro della barca il posto migliore per evitare il mal di mare.


A metà strada l’imbarcazione rallenta e si ferma. Tutti i passeggeri si precipitano fuori: l’acqua sembra ribollire, un gruppo di orche gigantesche gioca con i piccoli, ci salta intorno e passa sotto la chiglia. «Awesome, è un’esperienza meravigliosa», ripetono tutti. Il mare è cristallino, il sole è caldo e le orche sembrano divertirsi.

 

Le isole sono piuttosto brulle, con picchi erbosi e baie azzurre. Sono consentiti solo 200 visitatori al giorno che si disperdono, attraverso baie e vallate, tra passeggiate, kayaking, camping e whale watching.


Si sbarca al porticciolo e, a sorpresa, il Greek Restaurant di Ventura Harbour organizza un wine tasting: Pinot Noir, Pinot Grigio, Chardonnay e Merlot della California accompagnati da tartine e cubetti di formaggio. La degustazione di vino è di gran moda in California, le cantine sono numerose sulla West Coast ed è il modo migliore per imparare a conoscere le varietà enologiche.

 

Le Channel Islands sono Parco nazionale dal 1968 e nel piccolo museo nella valle si racconta la storia: dai primi insediamenti degli indiani Chumash e Yongva, fino alle dominazioni spagnole e messicane. Con la nascita dello Stato di California nel 1850 diventarono americane e per più di un secolo la pesca e l’allevamento intensivo nei ranch sulle isole hanno portato all’introduzione di nuova fauna e flora e all’estinzione di specie endemiche. Oggi la maggior parte delle isole è gestito da gruppi ambientalisti e agenzie federali attive nel riportare l’equilibrio all’ecosistema locale.

 

La passeggiata in collina, tra l’erba alta e i fiori primaverili, è piacevole. Giunti sul picco più alto, il panorama sulla baia – con l’Oceano e le altre isole in lontananza – è mozzafiato.

 

Il viaggio di ritorno è molto più agevole, il vento è alle spalle, e la breve avventura marina rallegra i cuori. Mary, sessantenne di Sonoma County, parla della sua settimana di kayak camping con quattro amiche e il loro istruttore. È felice e abbronzata: «Ho iniziato un corso di kayak solo due anni fa», confida. L’America è davvero il Paese delle opportunità.

Cristina Ambrosini

Ultimi articoli in VIAGGIATORE RESPONSABILE