Giornale del 20 Settembre 2012 - sfoglia il giornale

Usa, il West rivive con Diane Shober

DESTINAZIONI

20-09-2012 NUMERO: 28

Invia
Diane Shober 2012 - direttore del Wyoming Office of TourismIl Wyoming è una macchina del tempo. Basta solo pronunciarne il nome, che torna in vita il cowboy state. Con le sue colline verdi-ocra, mandrie di bisonti al pascolo, e il ricordo di Buffalo Bill e del grande capo Sioux, Toro Seduto. Lo stile di vita western è rievocato durante i rodei, i più famosi degli Usa, come Cheyenne e Cody, Rocky Springs e Kaycee, fino a Jackson Hole.


Nel 2011 il Wyoming ha totalizzato 8,34 milioni di dollari in pernottamenti, incassando 2,9 miliardi di dollari. Tasse locali e statali generate dal turismo hanno così raggiunto 120 milioni di dollari, rispetto ai 64 milioni del 1997, con un incremento del 5,4% l’anno. Il merito è soprattutto di una donna: Diane Shober, direttore del Wyoming Office of Tourism dal 2003. I risultati ottenuti dallo Stato – in termini di presenze, budget investito e risorse umane impiegate nel bureau – hanno consentito a Diana di ottenere il titolo di Direttore del turismo dell’anno negli Usa, assegnato dallo US Travel Association National Council degli States Tourism Directors (NCSTD).


«Sono onorata di ricevere questo riconoscimento per aver promosso questa terra meravigliosa, sede dello Yellowstone e del Grand Teton National Park», ha affermato la Shober. «Le nostre iniziative hanno dato forza non solo all’industria turistica dello Stato - ha aggiunto - ma anche all’economia globale tramite una serie di collaborazioni e relazioni dell’Ufficio del turismo». Il Wyoming Office of Tourism conta 23 dipendenti a tempo pieno. Il totale del budget devoluto in marketing e vendite è pari a 14,2 milioni di dollari e viene distribuito in: Consumer Marketing, Travel Trade Marketing, International Marketing, In-State Development, Media e Public Relations, Film, Arts & Entertainment. Lo Stato è promosso, a livello mondiale, da Rocky Mountain International.


Tra praterie, montagne, deserti, pianure, parchi, canyon e fiumi selvaggi, il nostalgico West è la destinazione ideale per il turismo attivo in tutte le stagioni. Tra gli sport più praticati, ci sono pesca, canoa, bicicletta e barca. Ma nel Wyoming si può anche assaporare il piacere di scenari mozzafiato in completa solitudine, partecipare a un’eccitante rodeo, andare a pesca o godere dell’ospitalità di un ranch. Sentendosi un po’ cowboy, un po’ Sioux.
www.realamerica.it


Ultimi articoli in DESTINAZIONI