Giornale del 12 Novembre 2012

Priceline compra Kayak per 1,8 miliardi di dollari

ATTUALITA'

12-11-2012 NUMERO: Giornale Online

Invia
William Shatner - PricelinePriceline, il grande gruppo americano di e-commerce del turismo, ha acquisito il motore di metasearch Kayak per 1,8 miliardi di dollari, 500 milioni in contanti e il resto in azioni: corrispettivo di circa 40 dollari per azione contro i 26 dollari raccolti lo scorso luglio, quando Kayak si è quotato al Nasdaq di New York, con notevole successo anche se in ritardo di un paio di anni sui tempi annunciati.

 

Storie di successo
L’ingresso nel gruppo Priceline è stato approvato in toni entusiasti e all’unanimità da entrambi i CdA, e non dovrebbero porre problemi né la consultazione imminente degli azionisti di Kayak né l’authority antitrust, così l’operazione dovrebbe essere completata entro i primi mesi del 2013. Il management di Kayak resterà in sella, e gestirà il marchio come prima in sostanziale indipendenza: «Perché hanno costruito un marchio forte tra i motori di ricerca del turismo, che piace ai consumatori e agli inserzionisti, con tecnologia d’avanguardia e una tradizione di autentica innovazione, su più piattaforme. Il che si traduce nella loro storia di profittabilità e crescita», ha commentato Jeff Boyd, il ceo di Priceline.

 

Cresciuto in fretta negli Usa, dove l’hanno fondato Steve Hafner e Paul English, Kayak non ha ancora molta presa nel resto del mondo: in Europa ha comprato Swoodoo all’inizio del 2010, ma quasi ovunque affronta competitor agguerriti, a cominciare da Skyscanner.

 

31 miliardi di capitalizzazione
Priceline Group, a sua volta quotato al Nasdaq – capitalizzazione di circa 31 miliardi di dollari – è uno dei maggiori player nel booking alberghiero online, con un portafoglio di oltre 235mila hotel nel mondo. È il famoso portale al quale il capitano Kirk di “Star Trek”, l’attore William Shatner, nel 1997 accettò di fare pubblicità in cambio di azioni, invece che di un regolare onorario, accumulando così un capitale record di 600 milioni, incassati vendendo il suo stock.

 

Tra i marchi del gruppo Priceline c’è il portale Booking.com – base ad Amsterdam, 30 milioni di visitatori unici al mese in 41 lingue e 180 Paesi – acquisito nel 2005 per 135 milioni di dollari, che gli analisti segnalano come il miglior affare di inizio secolo, per aver consentito a Priceline di crescere dai 10 milioni di profitti del 2003 a 1.1 miliardi nel 2011, con vendite sui mercato non Usa cresciute di quasi il 70% tra il 2006 e il 2010 (l’80% del totale nel 2011). Priceline controlla inoltre il portale di Hong Kong Agoda.com, specializzato per la regione Asia Pcifico, Rentalcars.com e altri marchi ancillari.

 

Gli analisti concordano di massima sul fatto che la vasta esperienza internazionale di Priceline servirà alla crescita di Kayak fuori dagli Usa, finora piuttosto stentata, e anche sul fatto che la casa madre sarà più interessata ai profitti del motore metasearch che a incamerare una quota superiore del traffico che Kayak riesce a generare ricercando per i suoi utenti la migliore tariffa su molti altri portali.

Marina Firrao

Ultimi articoli in ATTUALITA'