Giornale del 25 Febbraio 2013

Perù: nel 2012 cresce l’incoming, +10%

DESTINAZIONI

25-02-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
Nel 2012 il Perù è stato visitato da 2.846.000 turisti internazionali, +10% rispetto all’anno precedente, secondo le statistiche comunicate dal Dipartimento di Immigrazione e Naturalizzazione: il dato è stato diffuso dal ministero del Commercio Estero e del Turismo peruviano. Questa performance ha portato anche a un aumento delle entrate in valuta estera che hanno raggiunto un totale di 3.229 milioni dollari (11% in più rispetto al 2011).

 

Secondo il ministero, l’importante incremento di arrivi è dovuto principalmente alla crescente offerta di connettività aerea del Perù, considerando che l’aeroporto internazionale Jorge Chávez ha registrato 32 frequenze settimanali in più rispetto al 2011, come dimostrato dalle stesse compagnie aeree: Lan Airlines (9 ulteriori frequenze), Taca Perú (+9), Lan Perú (+7) e Copa Airlines (+7). Il risultato è quindi evidente: 546 frequenze settimanali offerte dall’aeroporto internazionale della capitale Lima, che favoriscono i collegamenti tra il Paese sudamericano e le destinazioni internazionali, oltre a ulteriori opzioni di viaggio e migliore qualità.

 

Questi risultati fanno auspicare il raggiungimento, se non il superamento, della cifra di tre milioni di turisti internazionali nell’anno in corso: lo stesso ministro José Luis Silva ha affermato che «il governo si aspetta che il turismo possa diventare la seconda fonte di reddito nel 2016, considerando che è uno dei principali generatori di posti di lavoro, insieme al settore del commercio estero».


Analisi mercato per mercato
Un’analisi più approfondita dei principali mercati che hanno permesso di raggiungere questi risultati positivi, vede al primo posto l’Asia con +17%, a sua volta suddiviso per Paese di origine: Giappone (+29%), Thailandia (+28%), Taiwan (+20%), India (+20%), Corea del Sud (+10,4%) e Cina (+2,4%).

 

Al secondo posto i Paesi del Sud America (pari al 56% del totale dei turisti internazionali) che hanno registrato un +11% così suddiviso: Venezuela (+31%), Colombia (+19%), Bolivia (15%), Ecuador (+10%), Cile (+9%), Argentina (+8%) e Brasile (+7%).

 

Al terzo posto l’Europa per un incremento del 7%, con turisti in arrivo da Portogallo (+14%), Russia (+14%), Belgio (+13%), Francia (+12%), Germania (+10%), l’Austria (+10%), Svizzera (+8%), Svezia (+8%), Spagna (+6%) e Italia (+4%).


www.peru.travel/it/


Ultimi articoli in DESTINAZIONI