Giornale del 29 Aprile 2013

L’UE revoca l’embargo contro il Myanmar

DESTINAZIONI

29-04-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
Myanmar - tempio intIl Consiglio dell’Unione Europea ha rimosso tutte le sanzioni economiche nei confronti del Myanmar. La decisione è stata presa dopo le proteste che hanno portato a un cambio di governo nel 2011 che ha sostituito la precedente giunta militare, nonostante la situazione nel Paese resti tesa.

 

Il mercato birmano è uno dei meno sviluppati nel continente asiatico, anche a causa del recente embargo economico, ma non è privo di potenzialità: il Myanmar ha numerose risorse naturali e confina con due “giganti” come la Cina e l’India.

 

Anche il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, tornata all’attività politica dopo 15 anni agli arresti domiciliari, si è detta contraria all’embargo economico: «Non credo che dovremmo legare le sanzioni economiche alla violenza, che invece è collegata a problemi sociali e politici e al rispetto della legge».

 

In seguito alla decisione dell’UE ci si aspetta una forte crescita dell’industria turistica all’interno del Paese. Il Myanmar ha bisogno di forti investimenti nelle infrastrutture turistiche: alberghi, aeroporti e servizi., in quanto è previsto un incremento di arrivi turistici nel breve periodo.

 

La revoca totale dell’embargo rende possibili investimenti realizzabili dalle compagnie dei Paesi dell’Unione Europea. Anche gli Stati Uniti, che hanno già sospeso in parte le sanzioni nel maggio scorso, potrebbero seguire la scia della decisione dell’UE, contribuendo allo sviluppo dell’economia e dell’industria turistica del Myanmar.

 

http://europa.eu/index_it.htm


Ultimi articoli in DESTINAZIONI