Giornale del 20 Maggio 2013

Unwto: turismo mondiale, nel 2012 introiti a +4%

ATTUALITA'

20-05-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
Amalfi - turisti cinesiOttima salute per il turismo internazionale secondo il consueto Barometro Economico dell’Unwto che certifica una crescita del 4% negli arrivi e il traguardo di 1.075 miliardi di dollari in termini di fatturato dell’industria turistica. Se a quest’ultimo dato si aggiungono i 219 miliardi di dollari generati dal solo settore del trasporto internazionale, la cifra record del comparto raggiunge i 1.300 miliardi di dollari.

 

«È incoraggiante vedere che la crescita negli arrivi turistici internazionali è stata accompagnata da un analogo aumento della spesa a dispetto delle continue sfide economiche – ha commentato il segretario generale dell’Unwto, Taleb Rifai – Considerando che il turismo è un elemento chiave per molte economie, questo risultato è una buona notizia, anche perché contribuisce alla creazione di posti di lavoro nel turismo e nei settori economici connessi».

 

Nell’analisi sulle macro-regioni del mondo dell’Unwto Barometer risulta che le le Americhe (+7%) hanno registrato il maggiore aumento di incassi, seguita dalla regione Asia-Pacifico (+6%), Africa (+5%) ed Europa (2%). Mentre l’unica regione a segnare un dato negativo risulta il Medio Oriente (-2%).

 

In valori assoluti, l’Europa ha fatto registrare introiti per 457 miliardi di dollari (356 miliardi di euro) pari al 43% delle entrate totali del turismo a livello mondiale, confermandosi la macro-regione leader nel turismo internazionale. A seguire figurano l’Asia-Pacifico (323 miliardi di dollari) con uno share vicino al 30%, mentre le Americhe (215 miliardi dollari, pari a 167 miliardi di euro) sfiorano il 20%. In Medio Oriente (4% di share) le entrate turistiche hanno raggiunto 47 miliardi di dollari (pari a circa 36 miliardi di euro) e l’Africa (3% di share), 34 miliardi di dollari.

 

In definitiva il comparto del turismo, nelle economie consolidate, risulta essere il quinto settore economico per introiti, preceduto da quelli dei combustibili, prodotti chimici, alimentari e prodotti automobilistici, mentre risulta al primo posto in molti Paesi in via di sviluppo.

 

Incoming: è degli Usa l’incremento più vistoso
Il Barometro dell’Untwo ha poi analizzato l’andamento delle destinazioni e le loro performance in termini di arrivi (incoming) certificando che gli Usa hanno fatto segnare il maggore incremento (+11%), seguiti da Francia (+7%), Germania (+6%) e Gran Bretagna(+5%).

 

Mentre tra le cosiddette economie emergenti la crescita più vistosa è stata quella della Thailandia (+25%) seguita da India (+22%), Polonia, Sudafrica, Egitto, Vietnam e Ucraina.

www.unwto.org

Andrea Lovelock

Ultimi articoli in ATTUALITA'