Giornale del 28 Maggio 2013

Viaggi di lusso: in Italia prenotazioni in calo

ATTUALITA'

28-05-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
Piscina - lussoL’up market resiste alla crisi, ma in Italia le prenotazioni calano. Questo trend è reso evidente dalla terza edizione della ricerca “Viaggi di lusso: le tendenze internazionali”, condotta da Aigo con i partner di Pangaea Network.

 

Realizzato nel mese di aprile su un panel di 500 professionisti dell’industria – di cui il 72% rappresentato da adv e tour operator – il sondaggio studia otto mercati internazionali. In generale, il 78% degli intervistati dichiara di vendere viaggi di lusso, di cui il 51% afferma di averne venduti in media più di quattro all’anno per ciascun cliente. L’Italia, però, è l’unico bacino dove le prenotazioni sono calate, almeno secondo il 52% di coloro che hanno risposto allo studio.

 

I mesi durante i quali si concentrano le partenze sono dicembre, luglio e agosto e la durata del soggiorno è di oltre 10 giorni. Il budget di ciascun viaggio oscilla tra i 5mila e i 10mila euro. La Gran Bretagna è il Paese in cui la spesa media è più alta e supera la soglia dei 10mila euro, mentre Cina e Spagna sono i mercati dove si spende meno (sotto i 5mila euro). I viaggiatori di Brasile e Paesi Bassi preferiscono prenotare con largo anticipo, da tre a sei mesi prima della partenza, mentre cinesi, tedeschi e francesi effettuano per lo più prenotazioni solo 14 giorni o un mese prima. Gran Bretagna e Francia sono i bacini dove è frequente il “last minute”. Analizzando i servizi acquistat si evidenzia come un numero sempre maggiore di turisti richieda un pacchetto completo, comprensivo di hotel e resort, escursioni e trasferimenti inclusi.

 

Identikit del viaggiatore up level
Ma qual è il profilo del turista di lusso, secondo Aigo e Pangaea? È esigente e selettivo, ben informato e sempre più alla ricerca di offerte e servizi tailor made; ha un’età compresa tra i 36 e i 55 anni e viaggia preferibilmente accompagnato da un partner. Secondo il 61% degli intervistati il viaggio è prenotato da donne.

 

Nella fase decisionale, i viaggiatori up level sono attratti principalmente da privacy ed esclusività del viaggio, qualità dell’alloggio, reputazione della destinazione/hotel. Apprezzano soprattutto Spa e centri benessere in Italia, Germania, Francia e Spagna, mentre la gastronomia è al primo posto per gli inglesi. Il consiglio di amici e parenti rimane la fonte primaria da cui attingere informazioni (41%), un dato in crescita rispetto al 2011. L’utilizzo di internet è salito al 27% (20% nel 2011), così come la Tv, la radio e la stampa che salgono all’8% (contro il 3% del 2011).

 

Andamento del mercato
Le prenotazioni di viaggi di lusso sono in crescita. L’incremento riguarda soprattutto i nuovi mercati: il 60% dei brasiliani e il 100% dei cinesi affermano che le pratiche sono aumentate nell’ultimo anno. Buoni risultati anche per Germania (prenotazioni in rialzo per l’82% degli intervistati), Gran Bretagna (75%) e Francia (42%). La maggior parte dei professionisti dei Paesi Bassi afferma che le vendite sono rimaste stabili (52%). Quanto alle destinazioni emergenti nei prossimi anni, gli operatori scommettono su Brasile, Oman, Myanmar, Vietnam, Sudafrica, Emirati Arabi e Mozambico.

 

Secondo il 60% degli intervistati, i clienti effettueranno lo stesso numero di viaggi durante il 2013, ma di durata o prezzo inferiore rispetto allo scorso anno. Il 23% si aspetta una crescita del settore mentre il 13% ritiene che i clienti viaggeranno meno.


Ultimi articoli in ATTUALITA'