Giornale del 05 Giugno 2013 - sfoglia il giornale

Bollywood fa turismo

DESTINAZIONI

05-06-2013 NUMERO: 20

Invia
India - BollywoodC’era una volta “Raja Harishchandra”, il film muto del regista Dadasaheb Phalke, proiettato per la prima volta a Mumbai il 3 maggio 1913. È questa la data-simbolo della nascita di Bollywood, l’industria indiana del grande schermo che nel 2014 varrà 5 miliardi di dollari contro i 3,6 di tre anni fa, per un totale di 1.000 film l’anno e sei milioni di persone impiegate. Da allora sono trascorsi 100 anni.

Cento anni di pellicole
Per celebrare l’anniversario – e festeggiare il sorpasso di Hollywood – il Festival di Cannes ha accolto l’India come ospite d’onore. In Francia sono stati proiettati i filmati promozionali di Incredible India, oltre ai quattro corti Mumbai Talkies, con il ministro del Turismo Shri K. Chiranjeevi in prima fila per affermare l’India come Incredible Filming Destination. Se The Millionaire – otto Oscar nel 2009 – è servito a promuovere lo slum tourism nelle baraccopoli di Mumbai, l’applaudito Vita di Pi è il pretesto per pubblicizzare Pudducherry e Munnar, nello Stato del Kerala, come Land of Pi.


Il ministro del Turismo e quello dell’Informazione, insieme alla kermesse francese, hanno sottoscritto un memorandum d’intesa per promuovere Cinema of India, brand collegato a Incredible India, nei principali festival cinematografici internazionali come l’IFFI Goa e l’European film market. L’obiettivo è sviluppare una sinergia tra l’industria turistica e quella cinematografica, e sviluppare nuove collaborazioni per ospitare film e documentari sul territorio.


Le celebrazioni per i cento anni di Bollywood non si fermano certo a Cannes. Tra gli appuntamenti organizzati dal ministero delle Comunicazioni in India c’è il festival di New Delhi che ripropone capolavori classici e recenti successi: dal film muto del 1929, prima collaborazione indo-europea, The Trow of Dice del regista tedesco Franz Osten, alla saga Gangs of Wasseypur del ribelle Anurag Kashyap. In programma anche l’apertura di un Museo Nazionale del Cinema all’interno dello storico Gulhan Mahal di Mumbai, dove saranno esposte attrezzature d’epoca e locandine di vecchi film.


A livello commerciale, le proposte a tema non mancano. Su Get Your Guide il Tour di una giornata a Bollywood in Mumbai costa 121 euro a persona, con tappe sui set, nelle abitazioni delle star, ingresso negli studios. Tra gli operatori specializzati c’è BollywoodTours, con i suoi itinerari in tutto il Paese, e Bollywood Tourism che propone una Experience di 2 notti e 3 giorni tra backstage, location e studi di produzione.
www.indiatourismmilan.com

Roberta Rianna

Ultimi articoli in DESTINAZIONI