Giornale del 02 Ottobre 2013 - sfoglia il giornale

ONU: turismo e acqua, binomio per il futuro

ATTUALITA'

02-10-2013 NUMERO: 29

Invia
Turismo come l’acqua e viceversa: nel celebrare la Giornata mondiale del turismo 2013, incentrata sul tema “Turismo e acqua: proteggere il nostro comune futuro”, l’ONU ha rilanciato il proprio messaggio mediatico chiedendo, insieme con tutte le parti interessate, un maggiore impegno a livello mondiale nella conservazione dell’acqua.

 

L’apertura delle celebrazioni ufficiali della Giornata mondiale del turismo è stata ospitata quest’anno dalle Maldive, il cui presidente Mohammed Waheed Hassan Manik ha dichiarato: «Le soluzioni per le sfide idriche adottate alle Maldive sono strettamente collegate al settore del turismo. Mi auguro che l’industria turistica presti attenzione al modo in cui va affrontato il futuro dell’acqua. Le Maldive costituiscono un esempio di ciò che si può fare» .

 

Al forte richiamo del segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon sulla responsabilità del settore del turismo nella tutela e nella gestione intelligente dell’acqua, ha fatto eco il segretario generale dell’Unwto Taleb Rifai: «Dal momento che il turismo è una delle principali attività socio-economiche del mondo, è giusto che assuma anche un ruolo di leadership garantendo alle imprese e alle destinazioni investimenti mirati alla sana gestione dell’acqua».

 

«Il turismo è diventato una forza vitale per la conservazione e la protezione dell’ambiente – ha aggiunto il ministro del Turismo, Arte e Cultura delle Maldive, Ahmed Abdul Adeeb Gafoo – Per il nostro Paese il settore costituisce una priorità, perché è una risorsa importante per la creazione di ricchezza e occupazione. Pertanto le politiche per la gestione e la difesa dell’acqua anche nel settore turistico-ricettivo, diventano un passaggio obbligato».

 

A tal proposito, nel corso delle celebrazioni è stato evidenziato che proprio le Maldive rappresentano un adeguato paradigma di utilizzo di acqua gestita e sostenibile per lo sviluppo degli Stati insulari, dove la disponibilità di acqua dolce e il livello di consumo di acqua per il turismo sono diventati una preoccupazione particolare.

 

E anche se il turismo “pesa” solo per l’1% sul consumo globale di acqua, è sempre in primo piano la sfida per il corretto uso dell’acqua nelle destinazioni turistiche. C’è dunque spazio per aumentare l’efficienza e ridurre, ad esempio, i costi del consumo di acqua in hotel (l’acqua rappresenta il 10% delle bollette in molti alberghi). L’ONU sostiene che investire in tecnologia verde è oggi più che mai economicamente vantaggioso.
www.unwto.com


Ultimi articoli in ATTUALITA'