Giornale del 09 Ottobre 2013 - Speciale Viaggi di Nozze - sfoglia il giornale

Unwto: 1,1 miliardi di turisti nel 2013, e per l’Italia +3%

ATTUALITA'

09-10-2013 NUMERO: 30

Invia
Turisti - Colosseo - Roma intIl 2013 sarà l’anno del superamento del miliardo di viaggiatori nel mondo: secondo le stime preliminari dell’Unwto, infatti, a fine anno si toccheranno almeno 1,1 miliardi di turisti nelle varie destinazioni internazionali, con un aumento superiore al 5%, un punto in percentuale in più rispetto a quanto certificato nel 2012.

 

Dalle stime dell’Osservatorio Unwto risulta inoltre che in Europa, dopo il buon andamento del 2012, è previsto per l’anno in corso un aumento degli arrivi compreso tra il 2% e il 3%. Una crescita decisamente inferiore a quella che si registra in altre aree mondiali, in primis Asia e Pacifico, per cui si stima un incremento compreso tra il 5% e il 6% o quelle per il continente africano e per quello americano dove si prevede una crescita a ritmi più sostenuti (4-6% per l’Africa e 3-4% per l’America).

 

L’Osservatorio ha poi calcolato il trend di crescita previsto per il medio-lungo periodo: in valore assoluto gli arrivi internazionali mondiali raggiungeranno nel 2020 quota un miliardo e 200 milioni e nel 2030 un miliardo e 800 milioni, con percentuali di crescita media annua del 3,3%.

 

Crescono ancora le economie emergenti
Le principali tendenze in atto, riguardanti gli arrivi turistici a livello internazionale, nei prossimi 20 anni tracciano un divario più vistoso tra le economie avanzate ed emergenti a discapito delle prime e un rallentamento nella crescita degli arrivi internazionali in Europa (+2,3% annuo); la conferma dell’Europa stessa come prima destinazione mondiale per arrivi internazionali; la crescita delle destinazioni dell’area Asia e Pacifico che si avvicinano sempre di più ai risultati del Vecchio Continente.

 

Buone notizie anche per le singole destinazioni: in particolare per l’Italia dove si prospetta un biennio 2013-2014 all’insegna del rafforzamento del recupero degli arrivi internazionali rispetto al biennio 2009-2010. I risultati, secondo gli analisti Unwto, dipenderanno anche dalle strategie di prezzo adottate dai nostri principali competitor, Grecia e Spagna. E comunque per il 2013 è pronosticato un incremento negli arrivi intorno al 3%: a far da traino a questa crescita saranno i Paesi dell’Europa Centrale (in particolare la Germania) che, con una quota del 37% del totale, si confermano come principale mercato d’origine degli arrivi turistici in Italia. Per queste nazioni si prevede una crescita dell’1,4% nell’anno in corso.

 

Saranno anche determinanti gli arrivi dai Paesi extra-europei per i quali sono previsti tassi più sostenuti (+4,6% nel 2013 e +4,8% nel 2014) sia per il consolidamento sul mercato nipponico sia per la tenuta di quello americano, favorito dal previsto e tanto atteso riequilibrio euro-dollaro. Per il 2014, comunque, le stime Unwto ricalcano i trend di crescita di quest’anno, intorno al +4-5%.
www.unwto.org


Ultimi articoli in ATTUALITA'