Giornale del 15 Ottobre 2013 - Speciale TTG Incontri - parte 1 - sfoglia il giornale

Thailandia, boom del turismo medico

DESTINAZIONI

15-10-2013 NUMERO: 31

Invia
Viaggio, mi curo e mi faccio anche una vacanza: la nuova frontiera della Thailandia si chiama “turismo medico”. Ospedali e centri sanitari che assomigliano a hotel 5 stelle in cui la forma si coniuga con la sostanza, e dove efficienza e convenienza, abbinate a trattamenti medici all’avanguardia, diventano un plus vincente. Qualcosa d’altro oltre alle esperienze esotiche e allo shopping.

 

Ormai, ad accogliere i turisti in Thailandia ci sono anche cliniche e ospedali di livello e prezzi bassi con una qualità certificata che può rappresentare un motivo di attrattiva per chiunque sia in cerca di cure a condizioni vantaggiose. Secondo l’Ente del turismo Thailandese sono ormai circa tre milioni i viaggiatori internazionali che raggiungono il Paese per cure sanitarie, magari abbinate a una breve vacanza. E a rendere ancor più qualificante questo segmento di traffico c’è il livello raggiunto dalle strutture sanitarie: la certificazione mondiale della Joint Commission International è arrivata in Thailandia nel 2002 e tra gli ospedali accreditati figurano grandi strutture dislocate in tutto il Paese: oltre che a Bangkok, anche nelle mete di mare più amate dagli italiani.

 

Ospedali come hotel di lusso
Gli ospedali offrono check-up completi e controlli approfonditi che includono esami fisici, radiografie, esami del sangue, controllo del metabolismo e test cardiaci sotto stress. Qualche esempio? Il Bumrungrad International Hospital a Bangkok sembra più un albergo di lusso che un complesso ospedaliero. È inserito nella lista dei 10 migliori ospedali del mondo grazie a standard qualitativi elevatissimi. Il personale parla più di 17 lingue e i pacchetti comprendono uno screening completo per le donne sopra i 40 anni a un prezzo ridotto di 19.870 baht (circa 419 euro).

Al Samitivej’s Wellness Centre è possibile prenotare un controllo sanitario completo che include un programma personalizzato. I check-up richiedono poche ore e i prezzi partono da circa 6.500 baht (circa 135 euro), a seconda del pacchetto scelto.

 

Con due settimane di vacanza in Thailandia, si può effettuare anche la chirurgia dell’occhio in caso di forti miopie: il Lasik. La procedura in sé dura solo 10 minuti per occhio e le bende possono essere tolte a poche ore dall’intervento. L’operazione si svolge in anestesia locale e i pazienti sono solitamente dimessi lo stesso giorno.

 

A Chiang Mai si trova lo Skin and Beauty Center all’Aek Udon International Hospital, specializzato in dermatologia. Qui vengono utilizzate diverse tecniche all’avanguardia come gli acidi AHA per trattare la pelle infiammata e distruggere i microbi o il trattamento laser ad anidride carbonica per rimuovere verruche e voglie.

 

Anche l’ospedale Phyathai di Bangkok è specializzato in dermatologia per la diagnosi e la cura delle malattie della pelle. L’International Medical Centre della struttura assiste e segue ogni paziente per tutto l’iter prescelto all’interno dell’ospedale.
www.turismothailandese.com


Ultimi articoli in DESTINAZIONI