Giornale del 31 Ottobre 2013 - Speciale World Travel Market 2013 - sfoglia il giornale

Israele amplia l’offerta

DESTINAZIONI

31-10-2013 NUMERO: 33

Invia
Israele - deserto del NegevUn’offerta ampia e variegata quella che Tzvi Lotan, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo, ha illustrato a Milano. In primo luogo naturalmente gli aspetti legati alla religione.

 

«In vista della conclusione dell’Anno della Fede è previsto un grande evento – ha annunciato Lotan – frutto della collaborazione tra il ministero del Turismo di Israele, la Chiesa di Terra Santa e la Chiesa italiana, un grande passo sul cammino del dialogo, della comprensione e della convivenza. Il 17 novembre a Nazareth, durante una messa solenne alla presenza del vescovo di Galilea e di monsignor Rino Fisichella in rappresentanza del Vaticano, il patriarca latino di Gerusalemme monsignor Fouad Twal, benedirà un’icona di Maria, alla quale è stato dedicato in particolare quest’anno. L’icona sarà poi benedetta anche da Papa Francesco durante la messa del 24 dicembre che chiuderà ufficialmente l’Anno della Fede».

 

Per l’occasione il 16 e il 17 a Nazareth ci sarà un’apertura straordinaria del Centro Internazionale di Maria, che ne rievoca la presenza e l’importanza nelle Scritture, e sarà festa in tutta la città con spettacoli musicali, laboratori d’arte nelle chiese, nei luoghi sacri e nelle piazze. «Sono previsti molti pellegrini, anche dall’Italia, che potranno visitare i luoghi sacri intorno al Mare di Galilea: Tabgha, Cafarnao, il Monte delle Beatitudini, e anche le località più lontane come il Monte Tabor, Cana, Gerusalemme e Qasr el Yahud sul fiume Giordano, dove Gesù fu battezzato».

 

Incoming in tenuta, anche dall’Italia
«I risultati dei primi otto mesi del 2013, nonostante tutto – ha sottolineato Lotan passando all’andamento del mercato – registrano lo stesso andamento delle scorso anno, con 120mila visitatori italiani. Un risultato che ci soddisfa, e contiamo di raggiungere alla fine dell’anno quota 175mila, con un piccolo incremento sul 2012. I numeri sono praticamente gli stessi, ma è cambiata la tipologia del visitatore, al momento sono diminuiti i pellegrini e aumentati i turisti provenienti dal mercato generico».

 

Un bilancio positivo dovuto anche all’incremento dei voli su Tel Aviv: cominciando con easyJet che da settembre opera due voli a settimana, mentre da ottobre Meridiana è passata da due a tre voli, sempre settimanali, da Milano. Dallo scorso 5 ottobre è attivo anche un nuovo volo settimanale El Al da Venezia, al quale se ne aggiungeranno altri due dall’aprile 2014. Sempre in aprile ci sarà anche un volo Alitalia da Venezia e sono inoltre previsti collegamenti Ryanair.

 

«Per il 2014 – ha aggiunto il direttore – è in programma anche la visita del Papa, quindi siamo convinti che i numeri saliranno e potremo raggiungere il nostro obiettivo di 200muila visitatori».

 

Gli eventi
Tra gli eventi musicali da sottolineare, nell’àmbito del Festival dell’Opera di Israele, una spettacolare edizione de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, nello splendido scenario di Masada, la sorprendente fortezza costruita da Erode il Grande sul Mar Morto, patrimonio UNESCO. Le rappresentazioni si svolgeranno il 12, 14 16 e 17 giugno 2014 con la direzione del maestro Daniel Oren e la regia di Michal Znaniecki.

 

Il weekend successivo sarà dedicato a Mozart con la rappresentazione parziale del “Don Giovanni”, nell’insolita cornice delle sale sotterranee della città crociata di Akko, il 19 e il 21 giugno, mentre il 20 sarà rappresentato il “Requiem”, suo ultimo capolavoro.

 

Tour ecologici
Tra le proposte di viaggio più interessanti spiccano gli itinerari ecologici nel deserto del Negev, caratterizzato da spettacolari formazioni rocciose e che occupa tutta la parte meridionale del Paese fino ad Eilat, sul Mar Rosso. Da qui si può tornare verso Nord attraverso la valle di Uvda che collega la località balneare al Mar Morto. Percorsi ideali per gli amanti del trekking e della meditazione, ai quali si possono anche abbinare soggiorni sulle rive del Mar Morto, per usufruire dei benefici effetti dei suoi fanghi uniti al clima particolare dovuto alla combinazione tra l’evaporazione dell’acqua, l’atmosfera ricca di ossigeno e le sorgenti termali.

 

E ancora pacchetti city break a Gerusalemme e a Tel Aviv, offerti da importanti tour operator – Easy Israel, Viaggidea di Alpitour, King Holidays, Rusconi Viaggi, Passenger Viaggi, Auratours – con un carnet di sconti per visite guidate, pasti in ristorante, visite a musei, shopping e molto altro.

 

Tra le iniziative più significative, la collaborazione dell’Ufficio del Turismo con Eden Viaggi per il prodotto Eden Made Israele, recentemente presentato alle agenzie di viaggi in un roadshow che ha fatto tappa a Torino, Brescia, Bergamo, Milano e Genova. Si tratta di un’offerta completa per conoscere le particolarità della destinazione con itinerari classici, city break e long weekend.
www.goisrael.it

Dorina Landi

Ultimi articoli in DESTINAZIONI