Giornale del 13 Novembre 2013 - Speciale Mare d'Inverno - sfoglia il giornale

Karnataka, un’altra India

DESTINAZIONI

13-11-2013 NUMERO: 35

Invia
Tempio di Virupaksha - India intNell’ampia e diversificata offerta turistica dell’India segnaliamo il Karnataka, uno Stato situato nell’area sud-occidentale e affacciato sul Mar Arabico, composto da diverse etnie linguistiche e religiose che  hanno contribuito alla formazione di un interessante patrimonio culturale.


La capitale Bangalore vanta un ottimo clima durante tutto l’anno e numerosi parchi e viali alberati, tanto che è nota anche come la città giardino; ma negli anni Novanta si è affermata a livello mondiale anche come un importante centro commerciale e industriale, in particolare per l’industria del software.


Da visitare, oltre ai giardini botanici Lalbagh, che da oltre 200 anni ospitano alberi e piante esotiche, il Cubbon Park, con diversi edifici in stile coloniale dell’era britannica, come la biblioteca pubblica, e il Bull Temple, dal particolare stile dravidico, dove si può ammirare un toro scolpito da un unico blocco di granito grigio. Senza dimenticare il palazzo e forte di Tipu Sultan, residenza del sultano; e, nel cuore della città, un edificio in stile Tudor che ricorda il castello di Windsor.


E ancora, nella parte  nuova della città, il parco nazionale Bannerghatta, dove si possono organizzare safari a dorso d’elefante per ammirare leoni, tigri e coccodrilli, il club delle banche Sankey e il noto planetario Jawaharlal Nehru.


Da non perdere Mysore, la città delle sete e del legno di sandalo, famosa per l’eleganza dei suoi palazzi, per le gallerie d’arte e per l’ospitalità della popolazione. Da visitare il Lalita Mahal Palace, ai piedi della colline Chamundi, una volta residenza per gli ospiti reali, ora trasformato in hotel di lusso, con una cupola che ricorda quella della cattedrale londinese di  St. Paul.


Numerose le escursioni nei dintorni: la stazione collinare di Coorg tra le risaie, le piantagioni di caffè, gli aranceti e le piante del pepe; la diga Krishna Raja Sagar e i bei giardini terrazzati di Brindavan con le fontane musicali; il santuario ornitologico di Ranganathittu, con rare specie di uccelli esotici e migratori come le cicogne, gli ibis bianchi e i cormorani. E ancora, il Parco Nazionale di Bandipur, iscritto al project tiger per la protezione delle tigri, senza dimenticare lo shopping a Sayaji Rao Road, nel centro della città, per le sete e gli oggetti in legno di sandalo.


Sulla costa del Mar Arabico sorge Mangalore, importante porto strategico e centro culturale che ospita chiese, templi e moschee, mentre più a sud si trovano le spiagge inesplorate di Karavalli. Da visitare nei dintorni i templi jainisti di Venur, Moodabidri e Karkala, che in occasione del festival di Laksha Deepotsav vengono illuminati con migliaia di lampade; e le cascate Jog, formate dal fiume Sharavathi con un salto di 292 metri.  


Le città sono collegate tra loro da una rete ferroviaria e stradale, mentre Bangalore ha anche un aeroporto internazionale.

 

Nella foto: tempio di Virupaksha.
www.indiatourismmilan.com

Dorina Landi

Ultimi articoli in DESTINAZIONI