Giornale del 21 Novembre 2013 - Speciale India - sfoglia il giornale

L’India a tema di Hi!Tours

Speciale India

21-11-2013 NUMERO: 36

Invia
Prem Syal 2013 - Hi!ToursTour “esclusivi”, studiati su misura per target e mercati differenti. È il core business di Hi!Tours, DMC con sede anche in Italia specializzata in itinerari tematici in India. Il ceo Prem Syal descrive prodotti, filosofia e obiettivi dell’azienda.

Quali sono i fattori di successo di Hi!Tours?
Il nostro team punta su idee innovative e creatività: linfa vitale che arriva dalle nostre nuove leve sia indiane che europee. Siamo una società giovane, ma la grande esperienza dei senior ci permette di offrire massimo supporto e giusto spazio al “nuovo”. Essere competitivi non è solo questione di tariffe, ma anche di proattività, dinamismo ed esclusività. 

La parola-chiave è esclusività. Come si traduce in concreto?
Vuol dire cucire addosso ai clienti tour personalizzati nei minimi dettagli, attraverso la ricerca e la selezione di prodotti “esclusivi” per i viaggiatori ma anche per noi. Ad esempio il programma WOW-Women of the World, un itinerario classico dal Rajastan a Mumbai studiato per le donne. E dunque: guide al femminile, incontri con donne di successo capaci di aprire le porte di luoghi-chiave, senza dimenticare lo shopping. Tra i tour tematici c’è anche il Desert Festival di Jaisalmer, in programma a febbraio: i festival sono una delle esperienze più significative che si possano vivere in India e rappresentano uno dei maggiori fattori di attrazione turistica. La nostra idea di esclusività permea ogni proposta, anche quelle all’apparenza più classiche con partenze garantite. Arricchiamo gli itinerari con cene tipiche rajastani o udienze con personalità religiose. E invece che guide locali, garantiamo un accompagnatore per tutto il viaggio. 

Come nascono idee di questo tipo?
Innanzitutto dal vantaggio di essere un’azienda giovane. E dunque: dinamica, veloce, snella e affamata di successo. Il dipartimento che si occupa dello sviluppo del prodotto vaglia quotidianamente le proposte che arrivano dall’interno e gli stimoli che giungono dall’esterno, valutando la qualità e l’interesse sui mercati di riferimento.

I prodotti variano a seconda dei mercati?
Esatto. Proprio per questo quattro anni fa abbiamo deciso di appoggiarci in Italia a un ufficio di rappresentanza, che ci supportasse nella conoscenza del mercato e delle sue aspettative. Per la stessa ragione abbiamo ritenuto essenziale garantire ai partner uno staff – a New Delhi – in grado di comunicare in lingua italiana.

Cosa significa per Hi!Tours il termine qualità?
Prima di tutto sicurezza: siamo una delle poche DMC indiane a disporre di una flotta di automezzi di proprietà, tale da garantire l’efficienza dei mezzi di trasporto messi a dura prova dalle lunghe distanze. Ma anche competitività: Hi!Tours ha una divisione outbound che assicura un potere contrattuale ancora più forte con i fornitori. E infine affidabilità: siamo presenti con i nostri uffici in diverse città dell’India, anche al Sud. Questa capillarità consente di controllare direttamente i servizi che offriamo e intervenire con tempismo quando necessario.
www.hi-tours.it

Ultimi articoli in Speciale India


Con Air India basta scali

18 Novembre 2015

Namasté, benvenuti!

20 Novembre 2014

Viaggi dell’Elefante

20 Novembre 2014

I Viaggi di Maurizio Levi

20 Novembre 2014

Best Tours

20 Novembre 2014

Kuda Travel

20 Novembre 2014

GeG Travel - Futurviaggi

20 Novembre 2014