Giornale del 02 Dicembre 2013

Messico: lo Stato del Tlaxcala si promuove in Italia

DESTINAZIONI

02-12-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
All’ambasciata del Messico in Italia, con sede a Roma, si è svolto un evento nel corso del quale Mariano Gonzàlez Zarur, governatore dello Stato messicano del Tlaxcala (originariamente tradotto “Regione del pane di mais”), si è confrontato con stampa e imprenditoria italiane per la promozione turistica della destinazione. Presenti alla serata l’ambasciatore Miguel Ruiz Cabañas, Adriana Moreno Durán della segreteria per il turismo e lo sviluppo economico di Tlaxcala, Claudio Padua, direttore dell’ufficio per i Paesi Nafta, e Sarina Alvarez Moncayo, direttore dell’ente del turismo messicano in Italia.

 

«Il Messico non è solo spiagge e mare – ha esordito il governatore Zarur – Per troppo tempo è stato identificato quasi esclusivamente con Cancun, ma nell’entroterra è una destinazione ricca di attrattive culturali e naturalistiche».

 

La “Regione del pane di mais”
Il Tlaxcala, il più piccolo Stato del Messico, sorge nella parte centromeridionale del Paese: «in una posizione geografica fortemente strategica – ha sottolineato Zarur – Dista 114 chilometri dall’aeroporto internazionale di Città del Messico e 38 da quello di Puebla. Inoltre è vicino al porto marittimo di Veracruz che vanta il traffico più intenso della nazione».

 

Questo Stato è tra i cinque più sicuri dell’America Latina sia per quanto riguarda la vita quotidiana che per l’apparato giuridico-amministrativo, e la situazione lavorativa è molto stabile: «Durante i tre anni del mio governo, non c’è stato neanche uno sciopero», ha ricordato Zarur.

 

I dati riguardanti il futuro dell’economia del Tlaxcala sono rosei: negli ultimi due anni il trend ha segnato un +5%, e per i prossimi due si prevede una crescita del 10%. È anche uno degli Stati messicani con minor tasso di analfabetismo.


«Il valore dei nostri siti archeologici è inestimabile», ha poi aggiunto il governatore. Celebri in tutto il mondo sono gli scavi di Cacaxtla, dove si può ammirare l’Affresco della Battaglia realizzato prima del 700 d.C., e quelli di Xochitecatl e Tecoaque. Oppure si può optare per un ecotour al Santuario delle Lucciole che, a luglio e agosto, è rinomato per il pullulare di questi insetti.

 

Per far scoprire il fascino delle architetture preispaniche e coloniali del Tlaxcala, «abbiamo già organizzato educational per agenti e t.o. e stilato un lungo elenco di operatori interessati a sviluppare la destinazione», ha spiegato Sarina Alvarez Moncayo.

 

Business council Italia-Messico
Il forte interesse da parte degli operatori per questa destinazione si aggiunge alle relazioni sempre più solide tra Italia e Messico: risale al 2012 la visita ufficiale del ministro dell’Economia del governo messicano, Bruno Ferrari García de Alba, nel nostro Paese. A sua volta, il nostro premier Enrico Letta si recherà in Messico nel 2014.

 

Sempre nel 2012 l’ex ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera e Bruno Ferrari García de Alba avevano siglato un Memorandum d’Intesa per la creazione di un business council italo-messicano: sviluppare la collaborazione economico-commerciale tra i due Paesi allo scopo di invitare gli imprenditori a discutere argomenti di mutuo interesse e trasmettere raccomandazioni congiunte e proposte operative ai rispettivi governi.
www.visitmexico.com

Giacomo Ceccarelli

Ultimi articoli in DESTINAZIONI