Giornale del 23 Dicembre 2013

In recupero le vendite nelle agenzie spagnole

DESTINAZIONI

23-12-2013 NUMERO: Giornale Online

Invia
È tornato a crescere lo scorso ottobre – di quasi il 6% – il volume di vendita di tour operator e agenzie di viaggi in Spagna, dopo 10 mesi costanti di calo rispetto al 2012: dal meno 3,1% di giugno fino al picco drammatico di meno 16% a febbraio. L’Instituto Nacional de Estadística spagnolo annuncia l’inversione di tendenza, che si è fatta vedere la prima volta a settembre: più 2,1% le vendite del mese rispetto a anno fa, per proseguire il mese dopo con un incoraggiante più 5,9%.

 

Così nel complesso da gennaio a ottobre la perdita di fatturato del turismo organizzato spagnolo si ferma a circa il 4,5%. Conferma la tendenza Banco de España, annunciando che la spesa media dei viaggiatori spagnoli all’estero lo scorso settembre è cresciuta di oltre il 9%, per un totale di quasi 1.320 milioni di euro (quasi 9 miliardi nei primi nove mesi del 2013, più 1,2%).

 

Segnali positivi anche dal BSP Iata, che per settembre e ottobre riporta volumi di vendita in progresso di un 4% circa. Stesso tono nel rapporto Familitur dell’Instituto de Estudios Turísticos, secondo il quale in ottobre gli spagnoli hanno viaggiato il 5,2% in più.

 

Prosegue tuttavia, pur a un ritmo più lento, il calo di occupazione nel turismo: meno 0,8% a ottobre su ottobre 2012, con un picco negativo di meno 2% nelle agenzie di viaggi e tour operator (meno 4% la media annuale) e con la sola eccezione dell’industria alberghiera dove l’occupazione è cresciuta dell’1,2%. Peggio di tutto l’occupazione nel trasporto aereo – meno 9,5% a ottobre – ma nel complesso l’inversione della tendenza negativa sembra avviata.


Ultimi articoli in DESTINAZIONI