Giornale del 03 Febbraio 2014

Etihad in Alitalia: trattativa ‘alla fase finale’

LINEE AEREE

03-02-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Alitalia-Etihad - codeTutto è accaduto nel fine settimana. Alitalia e i sindacati hanno trovato un'intesa sui 1.900 esuberi del piano Del Torchio. Cassa integrazione e contratti di solidarietà si faranno ma a rotazione, per escludere la perdita strutturale di occupazione. E quando, come tutti ci auguriamo, la compagnia tornerà a crescere, tutti potranno progressivamente tornare al proprio lavoro. L'hanno personalmente confermato insieme i tre segretari confederali – Camusso, Epifani e Angeletti – in diretta su Rai3 con Fabio Fazio. Subito dopo il ministro Lupi ha parlato di “corresponsabilità”, ripetendo peraltro che la partita su Alitalia si sta ancora giocando, e i fatti danno torto a chi riteneva che la compagnia non valesse più nulla.

Ma solo poche ore prima i negoziatori di Alitalia si erano detti pronti a portare i libri in tribunale in mancanza di un'intesa, e pare che la procedura di cassa integrazione per 300 dipendenti fosse già avviata formalmente prima della trattativa: invece la compagnia per ora rinuncia, e da oggi, come ha detto ai media Mauro Rossi, il segretario nazionale di Filt Cgil, si torna a trattare sui dettagli del piano, “ispirato a un principio di solidarietà”.


Svolta nella due diligence

L'intesa deve essere stata quasi una svolta nella trattativa tra Alitalia e Etihad: poche ore dopo James Hogan, il ceo del vettore arabo e l'ad di Alitalia, Gabriele del Torchio, hanno annunciato insieme l'inizio della “fase finale del  processo di due diligence circa un possibile investimento di Etihad Airways in Alitalia”. Due note praticamente identiche annunciano che “nei prossimi 30 giorni le compagnie con i propri advisor definiranno come sviluppare una strategia comune per soddisfare gli obiettivi di entrambe le parti".

 

Le due note sono diverse in poche sfumature: Etihad sottolinea che "eventuali problematiche che potrebbero impedire la creazione di un adeguato business plan dovranno essere risolte”, ma i due testi convergono in poche righe sulla ricerca di una strategia che conduca alla redditività sostenibile per Alitalia, obiettivo comune dei due partner. 

 

Il Premier dal Principe

Sullo sfondo la visita di Stato del premier Gianni Letta negli Emirati Arabi, accompagnato dal gotha dell'imprenditoria italiana per parlare tra l'altro di privatizzazioni, e di Alitalia, “argomento privilegiato”.  Il premier avrà certamente discusso la questione, offrendo forse qualche garanzia, nei suoi incontri con il Principe ereditario Mohammed Bin Zayed Al Nahyan, e poi con il vice presidente e premier degli Emirati Mohammed Bin Rasheed Al Maktoum.

www.alitalia.com - www.etihad.com/it-it/


Ultimi articoli in LINEE AEREE