Giornale del 11 Febbraio 2014 - Speciale Anteprima Bit 2014 - sfoglia il giornale

BitBuyExpo per mille buyer

Speciale Anteprima BIT

11-02-2014 NUMERO: 4

Invia
Marco Serioli - BitBit 2014 ospita il debutto ufficiale di Expo Milano 2015. Agli appuntamenti già collaudati Fiera Milano aggiunge BitBuyExpo, il workshop che promuove l’incontro fra domanda e offerta dei pacchetti legati all’Esposizione universale. D’altra parte era d’obbligo, per la milanese Borsa del Turismo, la partnership con il più grande evento milanese degli ultimi – e dei prossimi – decenni. Grande evento in termini di comunicazione, ma soprattutto grande opportunità economica. Una ricerca di SDA Bocconi per Expo SpA e Camera di Commercio di Milano, rileva che l’Expo ha già cominciato a generare indotto, e svilupperà gradualmente la portata dei benefici economici su tutta Italia fino al 2020.

Nuova occupazione e miliardi di business 
L’occasione è ghiotta per il turismo, dove si concentra la nuova occupazione innescata dall’Expo. Si prevede che solo nell’incoming e nella ristorazione nasceranno circa 2mila imprese. Mentre il giro d’affari generato da queste nuove attività, dalla valorizzazione del patrimonio immobiliare e dall’accresciuta attrattività turistica sul territorio, ammonterà fra il 2012 e il 2020 a 23,6 miliardi di euro. Del resto dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 arriveranno, si stima, circa 20 milioni di visitatori, un terzo stranieri.


Marco Serioli (nella foto), direttore Exhibitions di Fiera Milano, lo aveva annunciato già in ottobre a Milano, nell’Expo Tourism Summit, frutto anch’esso della partnership Bit-Expo, a una platea di selezionatissimi t. o. stranieri: «Bit 2014 contribuirà concretamente a questa iniziativa, che promette di diventare l’evento-impulso per la rinascita della nostra economia. Vogliamo far arrivare a Milano quanti più buyer internazionali interessati all’esposizione, ma soprattutto all’Italia intera».

Per Expo 10 agenti, e uno stand d’impatto
Una Bit Expo-oriented, dunque, quella che aprirà i battenti il 13 febbraio, conferma Serioli. Che, passando dagli annunci al vivo della manifestazione, spiega come sarà organizzato il BitBuyExpo: «Si tratta di un workshop pensato per dare agli operatori italiani e internazionali l’opportunità di costruire in anteprima pacchetti turistici comprensivi legati all’esposizione universale. Come tutti i workshop di Bit 2014, è un’agenda di appuntamenti prefissati direttamente allo stand, per massimizzare l’incontro tra una domanda e un’offerta realmente mirate. In particolare, Expo potrà contare sulla presenza di 10 propri agenti, ognuno con una propria agenda di incontri».


Serioli spiega anche che lo stand dedicato all’Expo sarà in posizione strategica, vicino all’ingresso dell’area Italy e a quelli della Regione Lombardia e del Comune di Milano. E con un allestimento di grande impatto, con visibilità potenziata dal marchio alle reception e sui percorsi.

Marketing: un mix equilibrato
La partecipazione all’agenda di BitBuyExpo, continua Serioli, è riservata a buyer internazionali e tour operator: «Abbiamo posto grande attenzione allo sviluppo della domanda estera, individuando con l’organizzazione di Expo i paesi target su cui puntare di più. Vogliamo un mix bilanciato di economie emergenti e forti mercati storici: le rappresentanze di buyer più cospicue vengono da USA, Russia, UK, India, Brasile, Paesi Bassi, Cina, Francia, Spagna e Canada. Nel complesso abbiamo raddoppiato l’investimento sugli hosted buyer, che saranno più di mille, oltre la metà ha già espresso un interesse per il prodotto Expo 2015».


E a proposito di biglietteria, e coinvolgimento delle agenzie di viaggi: «Bit 2014 collabora con Alessandro Rosso, che è stato il primo Authorized Reseller di Expo 2015, per sviluppare il segmento Mice. Nella partnership Bit-Expo, stiamo dando il nostro contributo alla strategia di ticketing. In questo quadro Bit è un momento importante, per portare benefici a tutta la filiera. In particolare sarà importante per coinvolgere nel processo gli adv, vista la loro storica presenza forte in fiera».

 

Naturalmente non finisce qui. Anzi la sinergia tra Bit ed Expo promette sviluppi: «È un percorso congiunto che si realizza in una serie di iniziative. La prima è stata l’Expo Tourism Summit, a ottobre scorso con oltre 60 grandi tour operator internazionali, selezionati e invitati per presentare il progetto Expo e in particolare la strategia di ticketing. In questi mesi abbiamo continuato a lavorare insieme a diverse attività di engagement, inclusi i social network e il coinvolgimento dei media. In fiera la partnership avrà ampio spazio anche nella conferenza inaugurale». Insomma per Expo, Bit 2014 non è che un inizio. Ma, come dice il proverbio, chi ben inizia… 
www.bit.fieramilano.it - Twitter @bitmilano #Bit2014

Maria Paola Quaglia

Ultimi articoli in Speciale Anteprima BIT


Cina

10 Febbraio 2016

Nepal

10 Febbraio 2016

Egitto

10 Febbraio 2016