Giornale del 11 Febbraio 2014 - Speciale Anteprima Bit 2014 - sfoglia il giornale

Veneto

Speciale Anteprima BIT

11-02-2014 NUMERO: 4

Invia
«In fiera per ‘vendere’ il territorio» la Regione cambia strategia

Giù le saracinesche sulla vetrina istituzionale. L’approccio del Veneto alla Bit è senza dubbio “commerciale”. Lo ribadisce l’assessore al Turismo, Marino Finozzi: «Ci presentiamo come un sistema-Regione, in grado di favorire gli incontri tra gli operatori e sostenere le vendite. Lo stand è più ampio per ospitare oltre 40 imprese locali».


Il territorio registra 63 milioni di presenze l’anno, pari a un sesto di tutti i pernottamenti registrati in Italia, di cui il 70% generati da ospiti stranieri. «La crisi economica, i nuovi turismi, lo sviluppo della rete e la globalizzazione impongono nuovi modelli di partecipazione e di comunicazione. Per questo – spiega l’assessore – abbiamo deciso di rivedere la nostra presenza in fiera privilegiando l’aspetto economico rispetto a quello promozionale».


Chi volesse ottenere informazioni sulla destinazione può rivolgersi al desk istituzionale, dove sono protagonisti le Ville Venete, la Pedemontana e i Colli, il Wedding e i luoghi dell’amore, i sentieri parlanti delle Dolomiti. Tutto è fruibile anche attraverso gli strumenti informatici, con accessi interattivi al web e nuove app per smartphone e tablet, realizzati per offrire al turista un’informazione aggiornata e completa.


Venerdì 14 febbraio (ore 11), al Club House di Bit, è presentato anche il nuovo sistema congressuale veneto con il presidente nazionale di Federcongressi Mario Buscema e dei responsabili di tutti i Convention Bureau. In questa occasione è annunciata anche la decisione di Federcongressi di svolgere il prossimo congresso nazionale proprio a Venezia.


«Il 2013 si è chiuso in maniera positiva – ricorda Finozzi – Rispetto al resto d’Italia che ha visto un crollo degli arrivi, la Regione ha tenuto. Per nostra fortuna il 70% degli ospiti provengono dall’estero. Si può dire che i Paesi che non soffrono la crisi, come Cina, India, Russia, abbiano salvato la stagione estiva e il Capodanno».


Ultimi articoli in Speciale Anteprima BIT


Cina

10 Febbraio 2016

Nepal

10 Febbraio 2016

Egitto

10 Febbraio 2016