Giornale del 11 Febbraio 2014 - Speciale Anteprima Bit 2014 - sfoglia il giornale

L’India liberalizza i visti per 180 Paesi, Italia inclusa

DESTINAZIONI

11-02-2014 NUMERO: 4

Invia
L’India punta sempre più sul turismo. Lo fa rimuovendo ogni tipo di ostacolo all’ingresso dei visitatori nel Paese. L’ultimo provvedimento prevede la concessione di visti all’arrivo per i turisti di 180 nazioni, tra cui anche l’Italia.

 

In questo modo i cittadini stranieri non dovranno più rivolgersi alla rete dei consolati indiani, ma potranno ottenere il visto d’ingresso direttamente all’aeroporto di destinazione. I turisti dovranno, tuttavia, chiedere online un permesso per la partenza che sarà rilasciato in pochi giorni e che dovranno mostrare al loro arrivo in India. La misura, introdotta a partire dal prossimo autunno, riguarderà per ora soltanto nove principali aeroporti che saranno dotati di corsie speciali per il rilascio “visa-on-arrival”. Oggi New Delhi concede visti all’arrivo soltanto a 11 Paesi.

 

Dalla liberalizzazione sono esclusi per il momento otto Stati, tra cui Pakistan, Afghanistan e Sri Lanka, per ragioni di sicurezza.

 

«La nostra iniziativa ha lo scopo di incrementare il turismo e speriamo in futuro di estendere questa possibilità anche a coloro che vengono in India per conferenze o per cure mediche», ha dichiarato il ministro per la Pianificazione, Rajeev Shukla.


Ultimi articoli in DESTINAZIONI