Giornale del 13 Febbraio 2014 - Speciale Bit 1 - sfoglia il giornale

All’Esposizione protagonista il cibo, quindi l’Italia

Speciale BIT 1

13-02-2014 NUMERO: 4 bis

Invia
Expo 2015 - mascotte (101)L’Expo dura sei mesi – dal 1° maggio al 31 ottobre – per un totale di 184 giorni, con una media giornaliera prevista di 130mila visitatori, come fosse una cittadina italiana. I 130 Paesi espositori previsti all’inizio per l’Expo 2015 sono diventati 142 con l’adesione dell’Irlanda, ultima arrivata: rappresentano oltre il 90% dell’Umanità. E sono attesi 20 milioni di visitatori, almeno mezzo milione nella fascia del lusso, 8 milioni dall’estero. Espone anche una dozzina di organizzazioni sovranazionali, incluse l’Onu, l’Unione Europea e il Cern. Sono in programma anche 3.800 tra incontri e convegni sui temi dell’agricoltura connessa alla tecnologia e nelle economie emergenti. Il cibo e l’alimentazione, temi conduttori della grande rassegna, fanno dell’Italia un attore di primo piano dell’Expo, con storia e un prodotto specifico di valore indiscusso, celebre nel mondo.


L’Expo si raggiunge con il treno ad alta velocità. L’area totale – un milione di metri quadri – è occupata al 70% dai padiglioni nazionali. All’Expo di Shanghai c’erano 190 Paesi, ma solo 42 con un proprio padiglione. A Milano lo avranno 60 nazioni. E quelli che non l’avranno saranno inseriti in nove cluster espositivi ispirati alle singole catene alimentari – riso, cereali e tuberi, spezie, cacao, caffè, frutta e legumi – oppure a temi globali come agricoltura e alimentazione in zone aride, mare e isole, ecosistemi del bio-Mediterraneo. Nelle aree comuni, cuore dei cluster, degustazione e vendita di prodotti, mostre, eventi e musica. Se un problema si pone è logistico: Expo 2015 avrà 80 edifici da vedere in un giorno, si stima che in realtà ogni vistatore potrà vedere solo il 15 o 20% dell’offerta.

I padiglioni tematici
Cinque padiglioni tematici interpretano il tema portante di Expo 2015 – Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita – curati direttamente da Expo 2015, in chiave educativa.


Il primo è Padiglione Zero, 36mila metri quadrati per 14 di altezza, curato da Davide Rampello, presidente della Triennale di Milano, e realizzato con il contributo dell’ONU: introduce il tema dell’Expo, percorso d’impatto nella storia dell’alimentazione umana, premessa alle grandi domande sul futuro. In Future food district – oltre 6mila metri – due spazi in cui l’architetto Carlo Ratti immagina il supermercato e la cucina del futuro, oltre le nuove frontiere tecnologiche della conservazione, distribuzione e consumo di cibo.


Il critico d’arte Germano Celant cura Art & Food: tutto sul rapporto tra arte e cibo, con la ricchissima e varia rappresentazione degli alimenti nelle arti, in una visione globale che abbraccia epoche, culture e religioni su tutti i media dell’arte. Nel Parco della Biodiversità, coordinato da Emilio Genovesi con l’Università degli Studi di Milano, l’agrobiodiversità spiega come le differenze tra i sistemi agro-alimentari siano una straordinaria ricchezza. Infine Children Park è lo spazio dedicato a bambini dai tre ai 10 anni e alle loro famiglie.Per coinvolgerli intorno al tema della vita e della sostenibilità del Pianeta. Curato da Sabina Cantarelli con la fondazione Reggio Children.

Cardo e Decumano
La struttura di Expo 2015 è concepita come la città romana, con due assi stradali, il Cardo e il Decumano: il primo di 350 metri unisce l’anello dei parchi e le strutture del verde; il secondo, 1.500 metri, congiunge il luogo in cui il cibo si consuma – la città – con quello in cui  lo si produce, la campagna. Lungo il Decumano tutti i Paesi potranno esprimere la propria ricchezza alimentare e far assaggiare agli ospiti il proprio cibo, mentre introno al Cardo si sviluppano gli spazi espositivi dell’Italia, il Paese ospitante.  Per l’Expo saranno impegnati 1.400 addetti scelti e formati dall’organizzatore e 10mila volontari, oltre allo staff dei Paesi espositori, visto che la grande rassegna svilupperà oltre 23 miliardi di nuovo business, la creazione di 2mila nuove imprese, e 190mila nuovi posti di lavoro.

C.A.

Ultimi articoli in Speciale BIT 1


Alpitour World

12 Febbraio 2015

Expedia

12 Febbraio 2015

Eden Viaggi

12 Febbraio 2015

Settemari

12 Febbraio 2015

Ota Viaggi

12 Febbraio 2015

Go Australia

12 Febbraio 2015

Italcamel

12 Febbraio 2015

Alidays

12 Febbraio 2015

I Viaggi del Turchese

12 Febbraio 2015