Giornale del 05 Marzo 2014 - sfoglia il giornale

Mazzoni, Visit Usa: «Fare squadra e più dinamismo»

ASSOCIAZIONI

05-03-2014 NUMERO: 6

Invia
«Tutto il settore si deve dare la sveglia, le agenzie di viaggi, ma anche noi di Visit Usa, dobbiamo tutti cambiare il nostro modo di porci nei confronti degli operatori d’oltreoceano». Olga Mazzoni, neo presidente di Visit Usa Italy, ha suonato la carica durante la 17ª edizione di Showcase Usa-Italy tenutasi a Verona, annunciando il suo programma per i prossimi mesi.

 

«È venuto il momento di fare squadra sul serio ed essere propositivi. Certo, il periodo è particolare, ma abbiamo tutte le carte in regola per farcela anche se il mercato italiano deve dimostrare di essere più dinamico – ha aggiunto – È assurdo che, tanto per fare un esempio, la Scandinavia con i suoi soli 26 milioni di abitanti, ci abbia sorpassato in pochi anni».

 

Al via il programma Usa Ambassadors
Il nuovo corso di Visit Usa Italy prevede allora una rinnovata attenzione verso il trade, che deve crescere nell’aspetto di conoscenza della destinazione e di capacità di venderla.

 

«A questo proposito, lanciamo il programma Usa Ambassador che dà la possibilità a un gruppo di agenzie specializzate sugli Stati Uniti di partecipare a un ciclo di webinar sul prodotto. Al termine, diventeranno specialisti della destinazione e potranno aderire con una piccola fee all’associazione», ha proseguito la manager.

 

Altro obiettivo in termini di promozione è il consumatore finale, a cui si arriverà attraverso un restyling dei contenuti del sito di Visit Usa Italy, oltre a un maggiore utilizzo dei social media. Altro capitolo sul tavolo, la collaborazione con il Brand Usa, rappresentato a Verona da Alfredo Gonzalez, vice president global partnership development. «Siamo presenti con nostri uffici già nei principali 20 mercati mondiali – in totale, quelli che assicurano il 90% degli arrivi annuali negli Usa – tra cui, per quanto riguarda l’Europa, in Germania e Gran Bretagna». In attesa però di «valutare nei prossimi mesi l’apertura di un ufficio in Europa centrale che si occupi di una macro area».

 

Intanto, sul tradizionale appuntamento annuale Showcase Usa Italy sembra essere arrivata la parola fine. «Bisogna avere il coraggio di pensare a modalità di incontro innovative, legate all’esperienzialità di un viaggio negli Usa». Il primo esempio sarà una serie di appuntamenti e cooking class in varie città di Italia, durante i quali a farla da padrone saranno il cibo e la cucina a stelle e strisce. «La prima tappa sarà a ottobre al Festival del Gusto di Torino, ma il tema interesserà anche la nostra partecipazione a Expo 2015», ha concluso la presidente di Visit Usa Italy.
www.visitusaita.org

Giorgio Maggi

Ultimi articoli in ASSOCIAZIONI