Giornale del 21 Marzo 2014

India: tutto il Maharashtra in un roadshow

DESTINAZIONI

21-03-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
India 2014Dopo la presentazione a Berlino in occasione dell’Itb, ha toccato Milano il roadshow Unveiling Maharashtra, incentrato sul terzo più grande Stato dell’India: «Un’affascinante destinazione in continuo sviluppo – ha spiegato C. Gangadhar, direttore dell’Ufficio del Turismo Indiano di Milano – e con una grande varietà di attrazioni turistiche in grado di dare a ogni visitatore il viaggio che desidera».

 

L’evento è stato organizzato dalla Maharashtra Tourism Development Corporation (MTDC) – sorta nel 1975 per la promozione e lo sviluppo del turismo nello Stato – con la collaborazione dell’Ufficio Nazionale Indiano del Turismo di Milano. Presente un folto gruppo di t.o. e agenti di viaggi, sia indiani che italiani.

 

Il Maharashtra, affacciato sul Mar Arabico con oltre 720 km di costa incontaminata, offre un paesaggio molto diversificato: dalle catene montuose dello Sahyadri, caratterizzate da suggestive cascate, a una rigogliosa foresta con flora e fauna molto particolari, solcata da fiumi e torrenti, e con villaggi e stazioni collinari dove abitano popolazioni con culture e stili di vita molto diversi tra loro.

 

«Una regione vasta ed eterogenea – ha sottolineato il Console Generale dell’India, Manish Prabhat – con bellezze naturalistiche, culturali ed etniche, dove il turista italiano può senza dubbio trovare nuove esperienze di viaggio. Ogni giorno da Milano partono almeno 100 persone verso l’India, grazie anche ai tempi più veloci delle procedure per il visto sia per business che leisure».

 

Mumbai, Bollywood e i patrimoni Unesco
Da Mumbai – capitale dello Stato e più importante città dell’India sul piano commerciale, abitata da una popolazione multiculturale e cosmopolita, con una vivace vita notturna – passano, per affari o vacanze, più del 40% dei visitatori stranieri. La metropoli è nota anche perché sede di Bollywood, la principale industria cinematografica indiana, e per la grandiosa porta dell’India del 1911.

 

«Nell’ampia offerta turistica del Maharashtra, al quarto posto per il turismo locale – ha aggiunto Sumit Mullick, additional chief secretary (tourism) del Governo del Maharashtra – vanno ricordati quattro siti dichiarati patrimonio mondiale Unesco, in particolare la Chhatrapati Shivaji Terminus, la stazione ferroviaria in stile gotico, situata nel centro di Mumbai, una volta chiamata Victoria Terminus Railways Station, e le spettacolari grotte Elephanta a solo 9 miglia marine dalla città. Gli altri due siti sono le 34 Grotte di Ellora, con sculture buddiste, induiste e jainiste, e le 30 Grotte di Ajanta, con affreschi e sculture, opere dei monaci buddisti, costruite nel corso di 900 anni, situate nei pressi di Aurangabad, città industriale nel centro dello Stato».

 

Nelle vicinanze della città da visitare anche il cratere Lonar, fra i tre più grandi del mondo, provocato dalla caduta di un meteorite 50mila anni fa, dove in seguito si è formato un lago salino che ospita molti uccelli acquatici e una nuova specie di alga.

 

E ancora Pune, la capitale storica e culturale del Maharashtra, sulle colline Sahyadari, Nashik, famosa per i vigneti e i molti templi hindu meta di pellegrinaggi, dove si svolge, ogni 12 anni, il celebre Maha Kumbh Mela, che attrae turisti da tutto il mondo. E poi Nagpur, con sei santuari di fauna selvatica intorno alla città: tra questi il Parco Nazionale Tadoba, dove vivono in libertà circa 70 tigri in una selvaggia foresta insieme con leopardi, bisonti, coccodrilli nel lago e molte specie di uccelli anche acquatici e di rapaci. Senza dimenticare le molte spiagge, come quella del villaggio di Tarkarli, con sabbia bianca e acque tranquille dove è possibile soggiornare in lussuose houseboats. Nelle vicinanze si trova il particolare Sindhudurg Fort, che occupa tutto un isolotto nel Mar Arabico, di fronte all’omonima città.

 

Per gli amanti delle colline si segnalano anche le stazioni di Mahabaleshwar e Mathern, sui Ghati occidentali, che offrono paesaggi affascinanti e un clima salubre.

 

Da non perdere infine un viaggio sul treno The Deccan Odyssey, che offre diversi itinerari per scoprire le meraviglie del territorio con un’esperienza romantica e di autentico lusso assaporando anche la gustosa cucina locale.

 

Nella foto: C. Gangadhar, Manish Prabhat e Sumit Mullick.
www.indiatourismmilan.com

Dorina Landi

Ultimi articoli in DESTINAZIONI