Giornale del 27 Marzo 2014 - Speciale Usa&Canada - sfoglia il giornale

Chicago scommette sull’IPW 2014

Speciale Usa&Canada

27-03-2014 NUMERO: 9

Invia
Chicago - panoramaDopo 16 lunghi anni il Pow Wow – oggi IPW, dove la “i” sta per international – torna a Chicago. La città dell’Illinois, sede della 46ª edizione della fiera organizzata dalla U.S. Travel Association, spalanca le porte dal 5 al 9 aprile a 6mila professionisti del turismo tra buyer, fornitori e giornalisti specializzati provenienti da oltre 70 Paesi.


L’impatto economico previsto è superiore a quello del Super Bowl. Per il sindaco Rahm Emanuel è un evento-chiave per raggiungere gli obiettivi prefissati con il lancio a luglio 2012 della destination marketing organization Choose Chicago. Il primo cittadino punta a incrementare il numero di visitatori tagliando il traguardo dei 55 milioni nel 2020. Sullo sfondo c’è l’intenzione di elevare Chicago nella top 5 delle città più gettonate degli Usa a livello internazionale.


«L’IPW è come fosse un mega colloquio di lavoro per la città», afferma Don Welsh, president e ceo di Choose Chicago. «Negli ultimi anni la metropoli ha cambiato volto – racconta – diventando una destinazione globale con attrazioni culturali senza pari, chef e ristoranti blasonati, numerosi eventi e occasioni di intrattenimento». Dal 1998 a oggi, l’ente di promozione ha aperto 10 uffici in sette mercati internazionali, producendo grandi risultati.


Adesso la partita si gioca nei padiglioni dell’IPW. Secondo i calcoli della U.S. Travel Association, nelle precedenti edizioni l’evento ha quadruplicato le spese dirette e moltiplicato per cinque l’impatto del turismo sul Pil della città ospite. Il confronto tra l’IPW di Las Vegas del 2013 e il Super Bowl di Indianapolis del 2012 ha già dimostrato che il primo avrà un impatto nel tempo più lungo del secondo: tre anni a fronte di quattro giorni. «È come se l’IPW distribuisse dividendi sotto forma di visitatori internazionali nel triennio successivo». Parola di Roger Dow, presidente e ceo della U.S. Travel Association.


Ultimi articoli in Speciale Usa&Canada