Giornale del 01 Aprile 2014

Visti: la Commissione Europea annuncia norme semplificate

ATTUALITA'

01-04-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Antonio Tajani - Commissione EuropeaIl vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani (nella foto) presenta oggi a Bruxelles insieme al Commissario per gli affari interni Cecilia Malmström, un pacchetto di misure per semplificare l’emissione dei visti d’ingresso in area Schengen per turisti e viaggiatori d’affari extraeuropei: si abbreviano i tempi e le procedure, si facilita l’emissione di visti multipli, si crea un nuovo tipo di visto per i turisti che intendano rimanere più di 90 giorni, e saranno sostanzialmente facilitati i repeater dopo il loro primo ingresso turistico in Europa. Lo stesso Tajani ha parlato ai media di un’approvazione imminente delle nuove norme, già entro i primi di aprile.

 

Spiega una nota della Commissione che la normativa attuale – il Visa Code – è in vigore dal 2010, e da allora ha facilitato l’ingresso dei visitatori per turismo distinguendoli dall’immigrazione illegale, ha migliorato l’organizzazione dei consolati e ne ha favorito la cooperazione, rinforzando le garanzie procedurali. “Ma ora bisognerebbe fare di più per risolvere i problemi che si pongono a chi chiede un visto di ingresso negli Stati della UE”, aggiunge la nota.

 

Già nel 2012 la Commissione segnalava la possibilità di generare crescita economica facilitando l’ingresso per turismo o affari di cittadini extraeuropei. E un’analisi d’impatto di una eventuale facilitazione dei visti per soste brevi nel 2013 dimostrava che poche semplici misure farebbero aumentare gli arrivi tra il 30 e il 60% in tempi brevi.

 

Scrive ad esempio lo stesso Tajani sulle pagine economiche di Indiatimes.com che ogni anno circa mezzo milione di indiani richiedono un visto per venire in vacanza in Europa, per studiare o fare business, e che solo dal 2009 i visitatori indiani nel continente sono aumentati di quasi il 40%. Ma ne rimane un vastissimo potenziale ancora scoraggiato dalle complesse norme per ottenere i visti e dai lunghi tempi di attesa.

 

Ora le innovazioni proposte dalla Commissione Europea faciliteranno la loro circolazione in area Schengen, consentendo l’emissione dei visti entro 10 giorni dalla richiesta, i visti saranno gratuiti per i ragazzi sotto i 18 anni, sarà possibile richiedere visti multipli che consentiranno a molti indiani di entrare più volte in Europa senza dover rinnovare la richiesta in consolati spesso molto lontani dalle loro aree di residenza.

 

Anche il suggerimento del rilascio temporaneo di visti di breve termine alle frontiere esterne potrebbe favorire notevolmente il settore delle crociere, che è pronto a sostenere la Commissione nel suo obiettivo di definire chiaramente le categorie dei beneficiari e l'ambito geografico. L'industria crocieristica seguirà da vicino gli sviluppi per quanto riguarda il visto per ingressi multipli, la cooperazione consolare e il concetto di 'rappresentanza obbligatoria', che hanno potenziali implicazioni positive sia per i turisti sia per gli equipaggi.

Immediata approvazione delle nuvoe norme da parte di CLIA Europe, l'associazione delel compagnie di crociera. Dice in una nota il presidente Pierfrancesco Vago: «Continueremo a mantenere alta l’attenzione sulle istituzioni politiche per assicurare una rapida attuazione. Una politica dei visti più attenta rafforzerà il settore delle crociere e ci aiuterà a contribuire ancor più all'economia europea, pur mantenendo un elevato livello di sicurezza e controllo sia a bordo che nei porti e nelle località di destinazione».
 

M.F.

Ultimi articoli in ATTUALITA'