Giornale del 06 Ottobre 2014

Incoming: in estate gli stranieri hanno speso 317 miliardi

INCOMING

06-10-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Visa - carta di credito - bancomatAumento del 6% della spesa degli stranieri in Italia nel periodo estivo: è quanto risulta dal monitoraggio di Visa Europe che ha calcolato in 317 miliardi di euro, la spesa complessiva dei visitatori esteri in Italia nella stagione di picco.

 

Il nostro Paese risulta meta preferita dai visitatori statunitensi, francesi, tedeschi e britannici e cresce l’afflusso di spesa dei turisti provenienti dall’Oriente, mentre in calo risultano le spese dei turisti dal Nord Europa. Buone notizie anche dai visitatori provenienti dai Paesi del Sud Europa con economie in sofferenza che continuano comunque ad apprezzare il nostro Paese.

 

I top spender vengono dagli Stati Uniti
Nel dettaglio, i dati di Visa indicano che i visitatori provenienti dagli Usa occupano la prima posizione nella lista dei sei “top spender” nel nostro Paese con 436 milioni di euro spesi, seguiti dai turisti francesi che nello stesso periodo hanno speso 421 milioni di euro; ma mentre gli statunitensi fanno registrare un incremento del 6,2%, rispetto alla spesa 2013 nel periodo, i francesi segnano un +8,2% di incremento di spesa.

 

I visitatori tedeschi e quelli provenienti dalla Gran Bretagna sono posizionati rispettivamente al terzo e quarto posto nella classifica di spesa effettuata in piena stagione estiva 2014, con i turisti tedeschi che hanno effettuato acquisti per 304 milioni di euro e quelli britannici per 293 milioni di euro; tuttavia mentre i tedeschi segnano un incremento a doppia cifra (+19,2%) rispetto all’estate 2013, quelli della Gran Bretagna si assestano su una crescita di circa l’8%. Gli ultimi due posti nella graduatoria dei sei Paesi “top spender” sono occupati dai turisti russi ed elvetici con uno spesa rispettiva di 224 milioni e 180 milioni di euro.

 

Riguardo, infine, al monitoraggio sui consumer orientali, i cinesi hanno fatto segnare spese estive per 75,2 milioni di euro, con crescita a doppia cifra (+27,4%); anche i turisti in arrivo dagli Emirati Arabi Uniti hanno segnato un incremento a doppia cifra, +35%, seppure con volumi di spesa inferiori a quelli cinesi (24,3 milioni di euro). L’unico Paese orientale in forte controtendenza è il Giappone: i visitatori del Sol Levante mostrano una moderata contrazione dei consumi nel nostro Paese registrando spese per 40 milioni di euro contro i 42 spesi nell’estate dello scorso anno. L’area del Nord Europa, invece, totalizza spese in Italia nel periodo per 284,7 milioni di euro, con una flessione di circa il 3% rispetto allo stesso periodo 2013.

 

«I dati rilevati da Visa mostrano un trend incoraggiante. Il nostro sistema di offerta turistica registra comunque una buona risposta da parte dei mercati stranieri», ha commentato Davide Steffanini, direttore generale di Visa Europe in Italia.

 

Il turismo vacanziero da parte di visitatori stranieri ha dato impulso al settore alberghiero, dove nel periodo in esame si è registrato un incremento di 8,3% anno su anno con un totale di spesa che si attesta a circa 845 milioni di euro.
www.visaeurope.com


Ultimi articoli in INCOMING