Giornale del 06 Ottobre 2014

Expo 2015: Francia, un padiglione ‘sostenibile’

EXPO 2015

06-10-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Expo 2015 - Padiglione FranciaA poco più di 200 giorni dall’inizio di Expo 2015, il ministro dell’Agricoltura francese Stéphane Le Foll e il suo omologo italiano Maurizio Martina hanno “battezzato” l’avvio dei lavori di costruzione del Padiglione Francia.

 

La struttura architettonica, completamente smontabile e rimontabile, sarà tutta in legno proveniente dalla regione del Jura, «riflesso di un’ambizione per l’ambiente del pianeta», come ha spiegato il ministro francese. Così la posa della prima pietra ha piuttosto “scoperto” un elemento delle arcate che andranno a costituire l’ossatura dell’edificio: un paesaggio capovolto di 2mila mq che, come una “halle”, richiamerà i mercati coperti, con le proposte ambiziose di un’alimentazione nel mondo di domani improntata sulla alta qualità.

 

All’insegna del tema “produrre e nutrire diversamente”, la Francia evidenzierà le proprie agricoltura, pesca, acquacoltura e agroalimentare anche nel giardino che bisognerà attraversare per entrare nel padiglione. Un giardino della diversità agricola francese che, per 1.600 mq, illustrerà la ricchezza dei paesaggi d’Oltralpe attraverso tre tipologie: cereali, colture miste e bestiame, colture specializzate e vegetali.

 

Ovunque grande varietà di esperienze, materiali, odori, degustazioni, piante, prodotti e tecnologie, per una sfida collettiva e planetaria: produrre meglio e di più. E sui tre piani, naturalmente, non mancheranno spazi vip, show cooking, un “café contemporain” per la gastronomia a portata di tutti, negozi, panetteria, giardini galleggianti di erbe aromatiche.

 

Francia e Italia più vicine
Nel pieno di presenze istituzionali, l’amicizia fra i due Paesi è stato un tema ricorrente, a cominciare dal ministro Martina, per cui «il padiglione francese è una grande occasione per sviluppare contenuti in sede europea e internazionale», insomma Italia e Francia unite in un’azione comune per portare novità, di sfida agricola euromediterranea, di lotta alla sofisticazione del cibo.

 

Riconoscendo l’alta qualità del progetto, in uno dei lotti più grandi dell’Esposizione Universale e in posizione strategica perché centrale, il commissario Giuseppe Sala si è detto sicuro «che l’interpretazione francese del piacere della cucina unito alla sicurezza dell’alimentazione, sarà realizzata al meglio della qualità, della storia e della fantasia».

 

Dopo aver salutato il secondo partner commerciale, dopo la Germania, della Regione Lombardia (dove vivono 15mila residenti francesi), il presidente Roberto Maroni ha sottolineato l’alleanza con la Francia sul fronte della lotta alla contraffazione, per «una qualità degli alimenti che è uguale alla sicurezza alimentare».

 

Una visita virtuale del Padiglione Francia è possibile sul rinnovato sito www.france-milan-2015.fr, mentre ultime novità, dietro le quinte, partner, nonché giochi e concorsi sono su facebook, twitter, instagram e youtube: #franceexpo2015.
www.expo2015.org/it

Adriana De Santis

Ultimi articoli in EXPO 2015


Tappeto rosso per i Vip

16 Luglio 2015