Giornale del 31 Ottobre 2014

DB: in Germania nessun aumento in 2ª classe

VETTORI

31-10-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
DB Bahn - trenoViaggiare in treno in Germania resta accessibile anche per il 2015: con il cambio orario del prossimo 14 dicembre circa il 90% dei clienti DB sulle tratte a lunga percorrenza su territorio tedesco non subirà aumenti di tariffe in 2ª classe.

 

Oltre ai biglietti a tariffa Normalpreis (tariffa flessibile) e Sparpreis (tariffa risparmio) per tratte interne alla Germania, resteranno stabili i prezzi delle BahnCard e degli abbonamenti. I pendolari potranno prenotare online la prenotazione permanente e pagare meno rispetto a prima. Già nell’anno precedente i prezzi sulle tratte a lunga percorrenza colpite dalle inondazioni erano rimasti invariati. DB rinuncia per il secondo anno a un aumento dei prezzi della BahnCard 100 e degli abbonamenti.


«I costi non ricadono sui clienti»
«Anche se affrontiamo maggiori spese a causa dei crescenti costi per le energie rinnovabili, non li facciamo ricadere sui clienti – sottolinea Ulrich Homburg, amministratore delegato Divisione Passeggeri DB – Si tratta di andare incontro alle esigenze dei nostri clienti e di mantenere il legame che hanno con noi in tempi di dura concorrenza da parte di altri vettori».

 

La Sparpreis sarà ancora acquistabile a partire da 29 euro, ma con una novità: il sovrapprezzo di 5 euro previsto finora per l’acquisto dei biglietti nelle biglietterie, le agenzie DB oppure via telefono, sarà eliminato completamente da metà dicembre. Anche il booking dei viaggi di gruppo a lunga percorrenza sarà più semplice grazie alla prenotazione inclusa: questi viaggi saranno acquistabili a partire da 19 euro.

 

In 1ª classe la Normalpreis sulla lunga percorrenza in Germania aumenterà in media del 2,9%. Per questo motivo per chi acquisterà in futuro biglietti a tariffa Normalpreis o Sparpreis saranno inclusi l’accesso internet e la prenotazione del posto. La Normalpreis continua inoltre a consentire l’utilizzo di treni a lunga percorrenza senza prenotazione e non limita la possibilità di scelta dell’orario. I clienti possono cambiare la prenotazione fino a poco prima della partenza.

 

«In questo modo andiamo incontro a una richiesta espressa dai clienti, e con un piccolo contributo offriamo un grande controvalore – continua Homburg – Con l’offerta di internet gratis sulla 1ª classe degli ICE vogliamo testare per quanti clienti possiamo offrire un accesso internet stabile e affidabile. Se con il nostro partner Telekom potremo garantire una disponibilità tecnica stabile per tutti i clienti sull’ICE, mireremo in prospettiva all’estensione in 2ª classe».

 

Un segnale ai viaggiatori abituali
Per la prima volta dopo 12 anni DB aumenta, a causa dell’incremento dei costi di gestione, le penali di cambio e annullamento da 15 euro a 17,50 euro. Cambi e rimborsi per indennizzo restano invariati.

 

Nel traffico a breve percorrenza circa l’80% di tutte le corse sui treni regionali DB avviene nell’ambito del traffico locale, pertanto per la maggioranza dei clienti valgono i rispettivi aumenti tariffari. DB è in questo caso soggetta alle corrispondenti disposizioni tariffarie. Per il restante 20% dei clienti sulla breve percorrenza, la Normalpreis, le tariffe in offerta, come per esempio i pass regionali o lo Schönes-Wochenende-Ticket (biglietto regionale per il weekend) aumenteranno in media dell’1,9%.

 

«Come segnale per i nostri viaggiatori abituali abbiamo espressamente escluso dagli aumenti gli abbonamenti per i pendolari che lavorano o studiano – conclude Homburg – in questo modo Deutsche Bahn resta anche quest’anno al di sotto degli aumenti di prezzo dei grandi operatori del traffico a breve percorrenza e riesce a mantenere quasi la metà di tutte le corse di DB Regio con i prezzi stabili».
www.bahn.com/it


Ultimi articoli in VETTORI