Giornale del 02 Dicembre 2014

Indagine Choice Hotels: nell’hôtellerie cresce la fiducia

OSPITALITA'

02-12-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Hotel - portiere - conciergeIl Gruppo Choice Hotels Europe ha rivelato i risultati del quarto rapporto annuale “European Hotelier Pulse-Check” (indagine sugli albergatori europei), che determina gli imperativi aziendali degli albergatori per il 2015 e le tendenze del settore.

 

Dalla ricerca emerge che: il 55% crede che il settore alberghiero attuerà una ripresa duratura; il 68% ritiene che le tariffe continueranno ad avere un buon andamento; il 79% sta pianificando delle ristrutturazioni; la priorità assoluta per crescere nel 2015 viene data all’intensificazione delle attività di sales e marketing; il 100% degli albergatori italiani dichiara estremamente o molto importante il fatto che le recensioni siano rilasciate solo da ospiti che abbiano soggiornato realmente nelle strutture; il 20% ha offerto un servizio di alto livello nella sua struttura in occasione di un matrimonio; il 10% ha fornito direttamente ai suoi ospiti anche servizi di parrucchiere o trucco.

 

Il dato più significativo, chiaramente, è rappresentato dal fatto che nel 2015 gli albergatori Choice in Europa nel 2015 avranno molta più fiducia rispetto ai tre anni precedenti, con oltre una metà (il 55%) che ritiene che il prossimo anno il settore alberghiero avrà una ripresa prolungata, paragonata al solo 28% che ha espresso un parere simile nel 2012. I confronti individuali sul mercato rivelano che per il secondo anno consecutivo gli albergatori Choice inglesi sono molto fiduciosi (86%) rispetto al 33% degli albergatori italiani.

 

Sempre più ‘mobile’ e franchising

Quando viene chiesta loro una previsione su quale sia la tendenza principale del settore per il 2015, gli albergatori europei Choice si concentrano su un ulteriore incremento delle camere prenotate tramite i dispositivi portatili (63%) seguita da un’ulteriore crescita del modello di business in franchising (20%).


L’indagine Pulsecheck dello scorso anno ha rilevato che il 63% degli albergatori Choice europei ha impiegato da una a tre ore a settimana alla lettura e alla risposta alle recensioni online di viaggio sul proprio albergo. I risultati di quest’anno dimostrano che il 39% degli albergatori inglesi e il 24% degli albergatori francesi Choice riceve dalle tre alle quattro recensioni online a settimana dalle persone che hanno soggiornato nella loro struttura, paragonato al solo 3% degli albergatori tedeschi.


«La quarta indagine paneuropea degli albergatori Choice Hotels Europe – commenta Duncan Berry, coo UK di Choice Hotels Europe – anticipa che gli albergatori Choice prevedono una rinnovata fiducia nel settore alberghiero europeo con molti progetti di ammodernamento e altri miglioramenti alle loro strutture alberghiere».

 

«Riconoscendo che gli albergatori devono dimostrare un ampio ventaglio di competenze e un ottimo servizio ai clienti – prosegue Berry – l’indagine ha chiesto loro di sottolineare degli esempi di supporto straordinario che hanno riservato ai loro ospiti. Provando quanto siano versatili, l’indagine ha dimostrato che il 39% ha ospitato dei turisti canadesi mettendoli in contatto col servizio sanitario del Paese d’origine, il 20% ha organizzato un matrimonio in maniera eccellente assegnando un ruolo di alto profilo al servizio clienti fino al punto di accompagnare la sposa all’altare, il 17% è stato vicino a una famiglia colpita dal lutto mettendola in contatto con un’impresa di onoranze funebri a seguito del decesso, e un 10% ha inoltre provveduto personalmente ai servizi di trucco e parrucchiere per gli ospiti».

 

L’indagine “2014 European Hotelier Pulse-Check” è stata condotta tra 143 alberghi Choice Hotels, operatori e direttori in Italia, Inghilterra, Francia, Germania a ottobre 2014.
www.choicehotels.it

Sandra Di Meo

Ultimi articoli in OSPITALITA'