Giornale del 02 Dicembre 2014

ITB World Travel Trends Report: gli europei viaggiano di più

ATTUALITA'

02-12-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Turisti - Londra - viaggi di nozzeQuest’anno gli europei non si sono lasciati dissuadere dai viaggi: lo certifica l’ITB World Travel Trends Report. La crescita economica rimane relativamente scarsa e ora ci sono più rischi: crisi in Ucraina, conflitti nel Medio Oriente, epidemia di Ebola nell’Africa occidentale. Tuttavia gli europei sono partiti più spesso e verso mete più lontane. Il numero di viaggi all’estero è salito del 3% rispetto all’anno scorso, anche se la durata media di ogni viaggio è calata. Invece sono aumentate le spese per ogni pernottamento (più 4%).

 

Agli europei piace sempre di più prenotare via internet: questo tipo di prenotazioni è aumentato del 7%, mentre quelle nelle agenzie di viaggi sono rimaste stabili. Nei primi otto mesi dell’anno i viaggi di vacanza sono aumentati del 5% e si riscontra una crescita del 10% dei viaggi in città. Il numero di vacanze in campagna e sulla neve è invece diminuito. I viaggi d’affari sono solo l’1% in più, ma si nota un nuovo trend: cresce soprattutto la popolarità dei viaggi Mice (più 4%), mentre budget limitati hanno causato un calo del 3% dei viaggi d’affari classici.

 

Il boom della Svizzera
Fra i mercati outbound di maggiore successo per i viaggi all’estero troviamo quest’anno la Svizzera, con un aumento del 7%, Danimarca e Polonia (più 6%), Svezia, Spagna e Gran Bretagna (più 5%). Va notato che i mercati outbound con i più forti aumenti, a eccezione della Spagna, non appartengono alla zona Euro. La Germania, il più grande mercato outbound in Europa, ha registrato una crescita del 2%.

 

Nonostante la loro economia debole, si riscontra una ripresa in Italia e Francia con aumenti rispettivamente del 3% e del 2%. La Russia ha subito quest’anno un calo dell’1%, anche perché ha dovuto affrontare numerose sfide.

 

I viaggi all’interno dell’Europa sono i più numerosi e quest’anno il loro numero è salito del 3%, ma nel 2014 sono stati ancora più richiesti i viaggi intercontinentali. Nei primi otto mesi di quest’anno i viaggi degli europei in Asia sono aumentati del 7%, rispetto al 6% in più verso il Nordamerica e i Caraibi e al 5% in più verso il Sud America e i Paesi del Pacifico. Anche le cifre relative all’Africa erano in leggero aumento, ma ora bisogna attendere l’andamento nei prossimi mesi in seguito all’epidemia di ebola nell’Africa occidentale.

 

Nel 2015 un altro aumento del 3%
Guardando all’anno prossimo, gli europei si rivelano fiduciosi per quanto riguarda i loro programmi di viaggio. Per il 2015 si prevede nuovamente un aumento complessivo del 3% del numero di viaggi all’estero degli europei, una cifra che sembra indicare un altro anno con una crescita solida. Si delineano come mercati outbound in maggiore sviluppo la Gran Bretagna (più 7%) e inoltre Svizzera, Polonia e Russia, tre Paesi con una crescita stimata del 4%. Per la Germania si prevede un aumento del 2% del numero di viaggi all’estero.

 

Quest’anno l’Europa è stata nuovamente molto apprezzata anche come meta turistica, con una crescita a due cifre del numero di visitatori in arrivo in particolare da Cina, India ed Emirati Arabi Uniti. Inoltre è stata una delle mete preferite anche dai viaggiatori statunitensi e canadesi.

 

Gli arrivi in Europa di turisti internazionali hanno raggiunto quota 413 milioni nei primi otto mesi di quest’anno, con un aumento del 4,2%. Le percentuali di crescita più elevate sono state riscontrate nell’Europa settentrionale e meridionale (più 7% in entrambe queste aree geografiche). A livello nazionale troviamo fra i “vincitori” Grecia, Spagna, Turchia, Germania e Gran Bretagna.

 

I risultati dettagliati
Tutte queste cifre si basano sulle relazioni tenute nell’ambito del World Travel Monitor Forum a Pisa, manifestazione promossa da ITB Berlin. Oltre 50 esperti turistici e scienziati di tutto il mondo presentano qui tutti gli anni su invito dell’impresa di consulenza IPK International statistiche aggiornate e le ultime tendenze del turismo internazionale.

 

Gli altri risultati delle inchieste sui trend eseguite da IPK International nel periodo gennaio-agosto 2014, le stime di 50 esperti turistici di oltre 20 Paesi e i dati principali del World Travel Monitor vengono pubblicati in esclusiva da ITB Berlin. I risultati dettagliati verranno presentati ai primi di dicembre nell’ITB World Travel Trends Report sul sito itb-berlin.com. I risultati di fine anno del World Travel Monitor di IPK International, comprendenti le previsioni attuali per il 2015, verranno presentati al Congresso ITB Berlin dal presidente di IPK International, Rolf Freitag.

 

Il World Travel Monitor si basa sulle interviste fatte ogni anno a oltre 500mila persone rappresentative della popolazione globale in più di 60 mercati turistici di tutto il mondo. Questa indagine viene realizzata in modo permanente da 20 anni e costituisce il più grande studio continuo del comportamento dei viaggiatori a livello mondiale.
www.itb-berlin.com


Ultimi articoli in ATTUALITA'