Giornale del 18 Dicembre 2014 - Speciale Auguri n. 2 - sfoglia il giornale

Richard Branson: «E ora Virgin Cruises»

NAVIGARE

18-12-2014 NUMERO: 39

Invia
Richard Branson - Virgin«Vogliamo scuotere l’industria con una nuova vacanza che i clienti adoreranno, di grande qualità, con vero divertimento e attività elettrizzanti create dal famoso servizio Virgin»: con questo baldanzoso proposito l’inarrestabile sir Richard Branson (nella foto) ha annunciato il debutto del suo gruppo nelle crociere, dato che quello nello spazio con Virgin Galactic risulta sospeso fino ad aprile 2015, dopo l’incidente di fine ottobre.


Branson dunque approfitta del tempo libero, confermando le indiscrezioni che da anni annunciavano l’impresa: per cominciare ha coinvolto nell’investimento Bain Capital e ha battezzato la compagnia Virgin Cruises, e poi ha ingaggiato Tom McAlpin, che dirigerà l’operazione. Nato professionalmente con Royal Caribbean, McAlpin è stato poi presidente di Disney Cruise Line, e quindi ceo di The World-Residences at Sea, la nave condominio con solo appartamenti di proprietà degli inquilini, che volendo li possono affittare.

Navi grandi, forse
Branson ha affidato a McAlpin il design e la costruzione delle prime due navi per avviare le operazioni in data da destinarsi: le ultime indiscrezioni parlano del 2017, con design già ampiamento avviato; e di un investimento che potrebbe arrivare a 2 miliardi di dollari: il che significa navi grandi che solo tre cantieri potrebbero costruire: Fincantieri, Meyer-Turku e STX France.


Focus sul mercato Usa
È certo però che la nuova compagnia sarà basata nel Sud della Florida, evidentemente centrata sul mercato Usa più che su quello europeo. «Gli ospiti delle crociere – ha detto McAlpin intervistato da Travel Weekly – meritano qualcosa di meglio e di diverso da quel che ricevono oggi, e Virgin Cruises vuole creare esperienze mozzafiato per una nuova generazione di crocieristi». 


Commenta in una nota Robin Farley, analista di UBS Investment Research: “Gli investitori vedono con preoccupazione l’ingresso sul mercato di un nuovo marchio molto forte, che aggiungerà capacità all’offerta massiccia dell’industria delle crociere. Ma erano ugualmente preoccupati quasi 20 anni fa quando arrivò la compagnia di Disney, che alla fine è stata una cosa positiva per l’industria, richiamando l’attenzione sulla vacanza in crociera di molti nuovi clienti, per farne anche dei potenziali repeater. Lo stesso farà la compagnia Virgin, un marchio rispettato nel turismo, con una prima nave in servizio forse nel 2018. Per allora avrà circa l’1% del mercato, ma di sicuro conquisterà molto più dell’1% di nuovi clienti”. Sempre che, notano ancora gli analisti, gli uomini di Branson riescano a scoprire per esempio itinerari diversi. «E il nostro non è un lavoro facile – ha commentato sui media Mark Conroy, ex presidente di  Regent Seven Seas – Disney impiegò quasi cinque anni per arrivare dove doveva arrivare».


Di certo la nuova impresa di Branson nelle crociere capitazzerà la solidità e il pacchetto di clienti già conquistati dal marchio Virgin nel turismo, con Virgin Atlantic Airways, con il servizio ferroviario in Gran Bretagna, e per il 2018 anche con il nuovo brand ricettivo del gruppo, che debutta a giorni a Chicago con la prima struttura.

M.F.

Ultimi articoli in NAVIGARE