Giornale del 22 Dicembre 2014

Lettonia chiama Italia: più biztravel con la Presidenza Ue

DESTINAZIONI

22-12-2014 NUMERO: Giornale Online

Invia
Artis B%u0113rtulis 2014 - ambasciatore LettoniaC’è la mano di Bartolomeo Rastelli nel Palazzo di Rundāle, costruito a metà Settecento in Semgallia. C'è il ricordo di Giacomo Casanova che nel 1764 arrivò in Lettonia su invito della duchessa Dorotea, per poi essere espulso qualche anno dopo. Ma la storia narra anche un caso eccezionale: quello dell'italiano Filippo Paolucci diventato nel 1812 governatore di Livonia e Curlandia. «Nomi illustri che ci legano al vostro Paese». A parlare è l’ambasciatore lettone in Italia, Artis Bērtulis, nella sede dei Parioli a Roma che ha ospitato il seminario per adv organizzato da airBaltic e LiveRiga, l’ufficio di promozione turistica della città.

 

Protagonisti in Europa
Per la Lettonia il 2014 è stato un anno di gran fermento. Merito dell’ingresso nell'eurozona a gennaio scorso e degli eventi legati a Riga Capitale Europea della Cultura. La capitale, in particolare, ha registrato una crescita del 19% degli arrivi internazionali, con un +24% dall'Italia.

 

«C'è grande entusiasmo – conferma l’ambasciatore – i ristoranti, ad esempio, hanno aumentato il fatturato del 30%». E adesso tocca proprio alla Lettonia guidare l’Europa, assumendo dal 1° gennaio 2015 la Presidenza del Consiglio dell’Ue: «Riga ospiterà almeno 150 meeting con altrettante delegazioni italiane in arrivo. Un ottimo business per gli operatori dell’industria», sottolinea Bērtulis.

 

Ma c’è anche l'Expo con una serie di eventi culturali e incontri politici, tra cui il 13 giugno un’intera giornata a Milano dedicata alla Lettonia. Tra gli eventi-chiave del 2015, l’ambasciatore ricorda infine Baltour - Riga International Tourism Exhibition. L’evento, in programma dal 6 all'8 febbraio, ha ospitato lo scorso anno 700 imprese di settore da 38 Paesi per un totale di 27mila partecipanti.

 

Riga, città ‘compatta’ ideale per short break
«Con i suoi 800 eventi l’anno, centinaia di palazzi art nouveau e gli oltre 200 eventi organizzati ogni anno, Riga è la città ideale per gli short break», afferma Ieva Lasmane, marketing account executive di LiveRiga. «È una città compatta, visitabile da cima a fondo anche solo in tre giorni», spiega.

 

Tra i vantaggi anche la vicinanza all’aeroporto, che consente ai passeggeri di optare per uno scalo più lungo per fare un salto in città.

 

Ieva Lasmane (Turisno Riga-Letonia) - Giulio del Gallo (Tal Aviation) 2014airBaltic nella top ten degli innovatori
Lo scalo di Riga è l’hub di airBaltic, fondata nel 1995 e di proprietà statale al 99,8%. A dare i numeri della compagnia ci pensa Giulio del Gallo, sales & marketing representative di Tal Aviation, gsa del vettore lettone in Italia: «Nel 2013 – informa – airBaltic ha trasportato 2,95 milioni di passeggeri. Il 50% di questi in transito verso le oltre 50 destinazioni servite dal vettore, di cui 26 capitali europee. Il cabin factor si è attestato sul 75%, con una punta dell’83% su Roma». Cresce, nel frattempo, il network con tre new entry: Aalborg in Danimarca, Rodi e Dubrovnik, che si affiancano alle nuove Tallinn-Parigi, Vilnius-Amsterdam, Riga-Mosca Vnukovo e Riga-Poprad. Si espande anche la flotta con 20 Bombardier CS300 in consegna il prossimo anno.

 

airBaltic, prima compagnia del mondo ad accettare pagamenti in Bitcoin, è nella top ten degli innovatori nel mondo. Tra i servizi rivoluzionari a disposizione delle agenzie, la possibilità di scegliere il menù di bordo per i propri clienti con un “vassoio virtuale” su Airbalticmeal.com.

 

Nelle foto: in alto, Artis Bērtulis; in basso, Ieva Lasmane e Giulio del Gallo.

Roberta Rianna

Ultimi articoli in DESTINAZIONI