Giornale del 28 Gennaio 2015 - sfoglia il giornale

Bit2015, nuovo concept e più business per le adv

MONDO BIT

28-01-2015 NUMERO: 2

Invia
Bit 2015Portare su un nuovo livello la segmentazione del business e il matching mirato tra operatori e agenti di viaggi. È l’obiettivo della nuova Bit2015, dal 12 al 14 febbraio in fieramilano a Rho. In un mondo dove il viaggio è sempre meno “prodotto” e sempre più momento esperienziale e lifestyle, la rivoluzionaria filosofia di Bit2015 supera la classica suddivisione per aree geografiche e propone un percorso espositivo basato sulle reali domande del mercato: così, grazie a un matching molto attento con i t.o., Bit2015 supporta in modo ancora più efficace gli adv nello sviluppo di proposte realmente “appetibili” per il cliente finale.

La fiera si fa in quattro

Al classico Leisure, Bit2015 affianca un’area dedicata  al Mice, lo spazio d’élite Luxury e Digital World, dedicato all’innovazione supportata dalle tecnologie. L’area Leisure ospiterà uno spazio su cultura ed enogastronomia, oltre a Destination Sport, rivolta al target in crescita dei viaggiatori sportivi. Luxury World si amplia con nuovi operatori da Lombardia e Toscana. In Digital World, con player di primo piano al fianco delle startup, è previsto anche un palinsesto di eventi organizzati in collaborazione con Amadeus sui temi più “hot” del momento, dal mobile al customer journey, fino alle contaminazioni tra canali on e offline.


Bit si conferma primo marketplace per la contrattazione del prodotto Italia ed Estero: ampio consenso per la nuova formula meet&match, con un’agenda di incontri prefissati direttamente allo stand.
 

Grande investimento sui buyer
Bit2015 amplia il programma hosted buyer a ben 1.500 partecipanti da oltre 70 Paesi (+50% sul 2014) tra cui, per la prima volta, spicca il contingente italiano che potrà acquistare l’offerta estero sull’Italia. I dieci Paesi più rappresentati – Usa, Germania, Russia, UK, India, Brasile, Cina, Francia, Austria e Paesi Bassi – si caratterizzano per l’equilibrato mix di tradizionali mercati forti ed economie emergenti. Il 60% dei buyer riguarda il Leisure, il 25% Mice e il 15% Luxury: una selezione che in Bit2014 ha garantito un turnover di oltre il 40%, percentuale che si prevede elevata anche in questa edizione.


Oltre a consorzi, convention bureau, t.o. e grandi hotel, hanno confermato la partecipazione Paesi come Armenia, Argentina, Autorità Palestinese, Cina, Cipro, Corea, Croazia, Cuba, Egitto, Etiopia, Giappone, India, Israele, Malesia, Messico, Nuova Caledonia, Polonia, Repubblica Dominicana, Seychelles, Sri Lanka, Thailandia, Tunisia. Le rappresentanze italiane, in crescita rispetto al 2014, coprono tutto il territorio nazionale. Diverse Regioni stanno valutando la doppia presenza nell’area Leisure e Mice, insieme al Luxury.


E l’esperienza di Bit2015 non si ferma ai tre giorni di fiera: prosegue tutto l’anno con il supporto marketing del team organizzativo, la forte presenza social e il sito web rinnovato – in linea da metà ottobre – che includerà un blog per permettere agli operatori di interagire con la piattaforma. 


Lusso, Business Travel e knowledge: il tris d’assi di Bit2015
A Bit2015, la sezione MICE World vedrà due aree specializzate: MICE e Luxury MICE. Pensato per generare contatti di livello, MICE World accoglierà circa 500 buyer MICE profilati da 48 Paesi, tra Event Manager, Travel Manager, Direttori Marketing e comunicazione, esponenti di Associazioni e intermediari quali PCO, Incentive House, Agenzie di organizzazione eventi, Business travel agency. Il buyer-tipo presente a Bit2015 ha un budget di 1 milione di euro e organizza in media 47,5 eventi all’anno (circa 22mila euro a evento) con una media di 200 partecipanti. L’area si avvarrà anche di una partnership con MPI-Meeting Professionals International, in particolare per la parte eventi.

 

Luxury World sarà dedicato a un target che non conosce crisi: i viaggiatori del lusso sono il 3% del totale, ma producono il 25% degli introiti complessivi, circa 116 miliardi di euro l’anno. Un bacino potenziale tra i 25 e i 30 milioni di viaggiatori che ricercano hotel 5 stelle e più, spa resort, rifugi di charme, dimore storiche. Ma anche hotel-simbolo di città, eleganti dimore sui laghi, boutique hotel, shopping mall e servizi per il lusso. Le tipologie di espositori italiani e stranieri che i visitatori professionali troveranno a Luxury World, in un contesto esclusivo studiato per massimizzare un matching di altissimo livello, inclusa una Buyer Lounge e il Luxury Restaurant a disposizione per i momenti informali, e che integrerà idealmente l’area Luxury MICE.

 

Grande l’attenzione di Bit2015 anche sulle visione strategica, in grado di essere poi declinata in strumenti di marketing concreti. Venerdì 13 febbraio la manifestazione ospiterà il primo Congresso Annuale del Turismo moderato da Gianni Riotta, editorialista de La Stampa, e che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di esperti internazionali quali Bill Ridgers, travel columnist di The Economist, e Chris Fair, chair person di Resonance Consultancy, con keynote speech ricchi di dati. Durante la conferenza sarà presentata la nuova ricerca di Think with Bit, il think-tank di Bit, dedicata al segmento lusso e curata da Emilio Becheri e Ilaria Nuccio di Mercury Strategie per il Turismo, e saranno presentati i casi di successo di Going International, Borgo Egnazia-San Domenico Hotels, Delitaly e Car2go.

www.bit.fieramilano.it


Ultimi articoli in MONDO BIT