Giornale del 10 Febbraio 2015 - Speciale Anteprima Bit 2015 - sfoglia il giornale

Sicilia, l’isola-museo tra Unesco e cultura

Speciale Anteprima BIT

10-02-2015 NUMERO: 4

Invia
Cleo Li Calzi - SiciliaLa Sicilia punta soprattutto sui beni Unesco. «Siamo la regione con il più alto numero di Patrimonio dell’Umanità: la Valle dei Templi, la Villa del Casale, le Eolie, la Val di Noto, Siracusa e la necropoli di Pantalica, l’Etna, l’Opera dei Pupi e ora anche la vite ad alberello di Pantelleria, più famoso come Zibibbo», ricorda l’assessore al Turismo, Cleo Li Calzi.


Ma anche gli eventi culturali saranno un forte richiamo: «Le rappresentazioni classiche al Teatro greco di Siracusa, tra maggio e giugno, le stagioni liriche al Teatro Massimo di Palermo e al Massimo Vincenzo Bellini di Catania, il Festival di Taormina, la Sagra del mandorlo in fiore ad Agrigento, il Cous-cous festival di San Vito Lo Capo, a fine settembre».


Sono cinque i poli di attrazione legati all’Unesco e al turismo culturale, che danno l’immagine dell’isola come museo diffuso: Siracusa e la Val di Noto; Palermo e Monreale; la Valle dei templi e Sciacca; Taormina e l’Etna; Trapani e Segesta; ma anche le isole minori. «In questi territori – spiega Li Calzi – proporremo itinerari maturi. Tra i nuovi prodotti c’è anche l’albergo diffuso, molto apprezzato all’estero. In sintesi punteremo sul turismo di affinità. Ogni persona potrà individuare il proprio itinerario in base alle proprie passioni».
Molto mirata la partecipazione della Sicilia all’Expo: «Presenteremo Le vie del gusto tra Madonie, Alto Belice e area etnea e la Sicilia madre terra nelle province di Siracusa, Ragusa e Catania. Ci saranno poi convegni, workshop e spettacoli di artisti di punta».

Pad. 11 - St. H21-M28

A.L.

Ultimi articoli in Speciale Anteprima BIT


Cina

10 Febbraio 2016

Nepal

10 Febbraio 2016

Egitto

10 Febbraio 2016