Giornale del 17 Febbraio 2015

Repubblica Dominicana, 50 sfumature di verde

OPERATORI

17-02-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Neyda Garcia 2015 - Turismo Repubblica DominicanaSono Caraibi con 50 sfumature di verde quelli che la Repubblica Dominicana propone sul mercato italiano per il 2015: sesto mercato internazionale con 74.400 arrivi nel 2014, l’Italia è sicuramente tra i bacini più corteggiati, come conferma Neyda Garcia (nella foto), direttrice per l’Italia dell’ente turistico dell’isola.

 

«Anche se non possiamo contare sui numeri di qualche anno fa – commenta Garcia – il buon riscontro di traffico raggiunto nel 2014 ci permette di affrontare la nuova stagione 2015 con rinnovata fiducia e soprattutto con la voglia di diversificare un’offerta non più rivolta solo al mare e al relax, ma anche ad altri segmenti come il Mice e in particolare l’incentive, che presenta molte interessanti potenzialità. Inoltre vogliamo investire sulle tipicità culturali dell’isola, sulla sua anima “verde”, con escursioni e gite di grande suggestione per una full-immersion nella nostra terra. A tal proposito stiamo pensando di organizzare un fam-trip, probabilmente a settembre, rivolto espressamente al tour operating italiano per far conoscere ai produttori di pacchetti le potenzialità dell’isola, oltre al fascino del soggiorno balneare e al comfort dei nostri hotel e resort».

 

Grazie poi a una consolidata offerta aerea garantita anche nel 2015, con l’aggiunta di un volo operato tutto l’anno da Neos, la Repubblica Dominicana si pone in prima fila tra le opzioni più appetibili per la clientela italiana desiderosa di vacanze caraibiche. Previsti anche workshop per agenzie di viaggi, così come viene confermato il programma di formazione per gli addetti al booking.

 

L’ammodernamento delle infrastrutture
La Repubblica Dominicana, che nel 2014 ha totalizzato 5 milioni di arrivi internazionali, è fortemente impegnata sul fronte dell’ammodernamento delle infrastrutture e del completamento d’importanti opere pubbliche e private come il tratto autostradale Miches-Sábana de la Mar-Bàvaro che collega il nord-est con le zone turistiche del sud-est (Uvero Alto, Bávaro, Punta Cana) e che consente di diminuire i tempi di percorrenza. I 110 km di autostrada in futuro collegheranno anche altre zone del litorale costiero del sud est.

 

Da segnalare anche l’inaugurazione del Terminal B dell’Aeroporto Internazionale di Punta Cana che potrà ricevere fino a 3 milioni di passeggeri l’ora. Ma anche nuove strutture alberghiere come lo Chic Punta Cana by Royalton, nuovo marchio di lusso all inclusive per soli adulti della catena Blue Diamond Hotels & Resorts: situato a Uvero Alto, Punta Cana, è il terzo hotel Blue Diamond del Paese e offre un’esperienza all inclusive. Aprirà invece a novembre  il V Samanà di Viva Windham, 5 stelle tutto incluso, riservato a soli ospiti adulti. Entro il prossimo anno, inoltre, è prevista l’apertura dell’Aparta Hotel-Casa di Hemingway, gestito dalla Starfish Resorts, il primo boutique hotel nella zona turistica di Juan Dolio, a sud, un piccolo villaggio di pescatori che costituisce la meta preferita di chi è alla ricerca di un po’ di relax.

 

Infine la destinazione caraibica offre un ricco calendario di eventi: tra febbraio e marzo, ad esempio, sono in cartellone spettacoli della natura come l’arrivo delle balene nella penisola di Samanà e manifestazioni per il puro divertimento come il festival del sigaro a La Romana e a Santiago fino all’evento sportivo Master of Ocean a Cabarete, a nord dell’isola.

 

Tante occasioni di vacanza e di scoperta, dunque, per una meta che ambisce a primeggiare nelle scelte long-haul dei vacanzieri italiani. Sul fronte della comunicazione si prevedono azioni di unconventional adv e si punterà maggiormente sulle Digital PR e sul social media.
www.godominicanrepublic.com

Andrea Lovelock

Ultimi articoli in OPERATORI