Giornale del 19 Marzo 2015 - Speciale Usa&Canada - sfoglia il giornale

Usa: coast to coast all'insegna del food

Speciale Usa&Canada

19-03-2015 NUMERO: 7

Invia
Mirtilli rossi - Massachusetts - UsaÈ vero, New York, Las Vegas e i grandi Parchi Nazionali sono sempre in cima alle preferenze degli italiani. Ma ogni anno, gli States sono in grado di regalare molto di più, tra itinerari al-di-fuori-dei-sentieri-più-battuti, attrazioni originali e proposte davvero per tutti i gusti. Vediamo allora quali sono le novità a stelle e strisce per il 2015, in un ideale viaggio da Est a Ovest, con un occhio di riguardo a tutto ciò che è stato il tema dell’ultimo showcase dell’associazione Visit Usa: Buy local, Eat local. Che sarà anche il filo conduttore della partecipazione americana all’Expo di Milano.

Un insolito East
Si parte dal Maine, con la sua storia e natura ancora intatta. Per gustare in pieno il simbolo dello Stato – il lobster, l’aragosta – non c’è occasione migliore che capitare a Portland durante il mese di agosto per partecipare al Seaweed Festival. Altrimenti, i Percorsi della Birra e del Vino assicurano degustazioni altrettanto emozionanti rispetto a quelle della più celebre California.


Non lontano c’è il Vermont, patria ancora intatta delle tradizione agricole e della cucina a Km 0, da quella artigianale a quella dei grandi chef stellati. Da queste parti è possibile andare alla scoperta di piccoli produttori di formaggio lungo il Cheese Trail o seguire il Brewery Trail. Senza dimenticare una visita all’azienda di gelato Ben and Jerry’s a Waterbury.


Produzioni tipiche del territorio, shopping e gastronomia sono anche le proposte del Massachusetts, terra del cranberry, il tradizionale mirtillo rosso americano coltivato nella Contea di Plymouth, a Cape Cod e a Nantucket. La caratteristica raccolta autunnale coincide con l’Estate Indiana e la spettacolare inondazione dei campi, da metà settembre a fine ottobre.


Più a Sud, lungo la East Coast, in attesa dell’arrivo del Papa in città (dal 22 al 25 settembre 2015 per la Giornata Mondiale delle Famiglie), a Philadelphia i prossimi mesi vedranno all’opera un mix unico di street food, shopping e relax, sintesi perfetta di una metropoli a misura d’uomo.


Per sapere ciò che di meglio Miami ha da offrire durante tutto l’anno (e ai prezzi più convenienti) la cosa migliore è visitare il sito MiamiTemptations.com, che contiene tutte le iniziative in città.


È all’insegna della musica, invece, il viaggio on the road nel caro e vecchio South, tra Illinois, Louisiana, Arkansas e Tennessee. Tra le dimore di epoca coloniale e le piantagioni di cotone, è solo qui che si possono scoprire le radici di blues, jazz e rock n’roll.

Il selvaggio West
Luoghi come Yellowstone o Cheyenne, capitale mondiale dei rodei, e Cody, città di Buffalo Bill. Senza contare gli Indiani d’America e le strade da percorrere in auto e in moto in tutta libertà. Tra Montana, Wyoming, North e South Dakota, le Rocky Mountain conservano anno dopo anno tutto il fascino del Wild West.


Natura a go-go anche nello Utah, con i suoi Parchi, i canyon e le montagne che più selvagge non si può; non per niente, i Navajo hanno sempre abitato da queste parti.


Non solo montagna e sci, a Denver e dintorni. Nella High-Mile-City si svolge ogni gennaio il National Western Stock Show & Rodeo, un evento mondiale. Mentre tra settembre ed ottobre è la volta del Denver Beer Fest. Più in generale, però, è in tutto il Colorado che la birra la fa da padrone con 200 birrifici artigianali; accanto a questi, agriturismi e farmers’ market tutti da scoprire, oltre ai “santuari” degli sport invernali, Aspen in testa.


Sempre a proposito di neve, a Mammoth Lakes, nella zona centrale della California, si scia fino a giugno, mentre l’estate è all’insegna di relax e natura. Tutto a soli 45 minuti dal parco nazionale Yosemite, a tre ore dalla Death Valley e cinque ore da Los Angeles e San Francisco.


Infine, il Minnesota e Bloomington, dove Barbie The Dreamhouse Experience è un’installazione interattiva che porta in vita la famosa bambola, permettendo ai fan di entrare letteralmente nella casa di Barbie. Nella stessa città c’è The Mall of America, in assoluto il più grande centro shopping di tutti gli Usa con 520 negozi, 50 ristoranti e il più grande parco a tema degli Usa: Nickelodeon Universe.

I grandi classici
New York punta ancora sul programma Neighborhood x Neighborhood. Obiettivo: aumentare il flusso di visitatori nei quartieri emergenti della città, da conoscere prima della partenza sul sito Nycgo.com/nxn.


Intanto, a dicembre ha riaperto lo Smithsonian's Cooper-Hewitt, e tra le novità c’è il National Design Museum e l’inaugurazione in primavera dello One World Observatory, situato ai piani 100-101-102 del nuovo grattacielo One World Trade Center di Lower Manhattan.


Tra le top destination per gli italiani c’è anche San Francisco. Per un itinerario insolito all’insegna dello slow food, il punto di partenza sono i famosi farmer’s market inseriti a pieno titolo tra le attrazioni della città. Tra tutti, il più importante è quello che si svolge il martedì, giovedì e sabato al Ferry Building (Embarcadero) e che ospita più di 80 produttori locali certificati. C’è poi Las Vegas, che nel 2014 ha totalizzato oltre 40 milioni di visitatori.


Tra gli appuntamenti da segnalare, il ritorno dal 23 al 26 aprile del festival enogastronomico più importante degli Stati Uniti: Vegas Uncork’d by Bon Appétit, di scena al Caesars Palace con la partecipazione di chef come Gordon Ramsay e Guy Savoy.

Giorgio Maggi

Ultimi articoli in Speciale Usa&Canada