Giornale del 20 Marzo 2015

Mitt 2015: l’Italia investe ancora sulla Russia

FIERE

20-03-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Domenico Di Salvo - EnitRussia, avanti tutta. Nonostante il momento poco favorevole per il Paese est-europeo, la macchina della promozione Italia sul mercato russo non rallenta. Anzi, gli investimenti continueranno, a cominciare dal lancio di un nuovo portale in lingua cirillica.

 

«Sarebbe un peccato fermarsi proprio adesso, quando comincia a dare fastidio ai nostri concorrenti come Egitto e Turchia», ha detto Domenico Di Salvo (nella foto), direttore della delegazione italiana in Russia, al Mitt, la fiera del turismo di Mosca che quest’anno festeggia il traguardo della 22ª edizione.

 

In arrivo un sito in cirillico
Si chiama Tvoia Italia (LaTuaItalia.ru) il nuovo strumento destinato alla promozione del prodotto Italia pensato appositamente per il mercato russo.

 

«Ci rivolgiamo a un mercato importantissimo, con addirittura 140 milioni di potenziali consumatori», ha proseguito Niccolò Fontana, consigliere commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Mosca. «Dopo il grande successo del sito sull’Anno del Turismo incrociato Italia Russia 2014, italiagodturisma.com, con il nuovo portale – realizzato grazie al sostegno di sponsor importanti come Aeroflot, BancaIntesa Russia e Bosco dei Ciliegi – vogliamo presentare l’offerta turistica italiana in lingua cirillica, e a breve anche in cinese».

 

«Per la sua realizzazione – ha aggiunto Fontana – abbiamo anche preso ispirazione da altri portali internazionali similari, ottenendo un layout grafico curato e diviso per regioni e località di eccellenza, con sezioni intuitive come la “top ten” o “le-10-cose-da-fare-a”, declinate secondo tematiche come la cultura, l’enogastronomia ed Expo. Proprio in relazione all’Expo, con l’avvicinarsi dell’evento continueremo ad arricchire la sezione della manifestazione con informazioni e ultime notizie».

 

In futuro, è previsto che il sito si mantenga da solo con l’arrivo di nuovi sponsor.

 

Il turista russo spende più di tutti
La data di inaugurazione si avvicina, ma Expo scalda poco i cuori del mercato turistico russo. «Abbiamo riscontrato reazioni tiepide degli operatori russi, al contrario dell’entusiasmo dimostrato dalle istituzioni e dalla società Expo Russia per la costruzione del padiglione della manifestazione», ha assicurato Di Salvo. Eppure, il trend di crescita dell’incoming italiano ha continuato a essere positivo anche durante il 2014. «Certo, l’incremento del 3% è cosa diversa rispetto al +20% degli ultimi quattro anni, ma è segno comunque di un apprezzamento costante per la destinazione».

 

Oggi la quota di mercato detenuta dalla destinazione Italia sul totale del turismo outgoing russo è del 4%, «segno che c’è ancora molto da lavorare». Anche perché, sempre secondo i dati diffusi da Enit, il turista russo è ancora quello che spende di più, anche più di quanto fa il turista cinese. «Per questo motivo, continuiamo a credere nelle potenzialità di questo Paese, come conferma la nostra presenza a Mitt, fatta di 10 Regioni – Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia e Sicilia – oltre all’Azienda Soggiorno e Turismo di Bolzano, alle città di Roma e Napoli e a operatori privati».

 

Infine, il capitolo internet. «Il turista russo ha una grande predisposizione a utilizzare il web, addirittura negli ultimi anni la percentuale di turisti russi che prenota online è stata superiore a quella dei viaggi organizzati», ha concluso Di Salvo.

www.mitt.ru/ru-RU

Giorgio Maggi

Ultimi articoli in FIERE