Giornale del 28 Maggio 2015 - Speciale Lusso - sfoglia il giornale

Un avatar per concierge

Speciale Lusso

28-05-2015 NUMERO: 17

Invia
Hotel - concierge - socialIl futuro è già qui. Reception senza concierge, servizi su misura pensati fin nei minimi dettagli, prenotazioni via smartphone. Inutile girarci intorno, sarà la tecnologia in tutte le sue più svariate forme a farla da padrone nell’hôtellerie dei prossimi anni, rivoluzionando l’intero processo che per decenni ha regolato il rapporto tra l’ospite e il suo alberghi.


Risultato: tra 10 anni (ma in alcuni casi succede già adesso) i progressi del digitale faranno sì che i viaggiatori non dovranno incontrare un singolo essere umano dal momento in cui entreranno nel loro hotel prescelto, fino al momento in cui lasceranno la loro stanza. Qualche esempio? Attraverso un device mobile, i viaggiatori avranno la possibilità di effettuare il check-in approfittando dei chioschi dotati di avatar situati nella hall; oppure come accade già oggi, potranno entrare nella propria camera senza chiavi, e avendo già la password necessaria per godersi minibar e sistema di intrattenimento.


Non solo, il software dell’hotel si collegherà al profilo social media dell’ospite per permettergli di prenotare una stanza perfetta in ogni dettaglio e dove tutto è personalizzato: dalla lista delle cose da fare, ai ristoranti nelle vicinanze, passando per i concerti e gli spettacoli in programma nel periodo del soggiorno.


E in attesa che tutto questo diventi realtà per ogni categoria di hotel, sono quelli upscale ad essersi mossi in questa direzione: al Peninsula di Hong Kong, ad esempio, gli ospiti possono utilizzare un tablet per controllare le luci, le tende, la temperatura e la televisione, per ordinare la cena, prenotare la sauna e per pianificare le escursioni. La nuova Conrad Concierge App – di Conrad by Hilton – permette, invece, ai viaggiatori di personalizzare nel dettaglio il loro soggiorno; scegliendo, per esempio, le dotazioni preferite per il bagno, o cosa mangiare a colazione, direttamente da uno smartphone.

 

Per i salutisti, poi, l’indirizzo giusto è la Stay-Well Room del MGM Grand a Las Vegas: qui, luci programmate servono ad eliminare l’effetto jetlag, mentre docce arricchite di vitamina C, aria filtrata e purificata, e infusioni di aromaterapia concorrono a generare benessere.

G.M.

Ultimi articoli in Speciale Lusso


I big spender del Golfo

28 Maggio 2015