Giornale del 17 Giugno 2015 - Speciale Oceano Indiano - sfoglia il giornale

C’era una volta il volo diretto

Speciale Oceano Indiano

17-06-2015 NUMERO: 20

Invia
Aereo - generico - voloVoli diretti addio, o quasi. Mentre le compagnie charter di casa nostra preferiscono puntare sui Caraibi, i collegamenti estivi per l’Oceano Indiano restano nelle mani dei vettori del Golfo – Emirates, Etihad e Qatar Airways in testa – e di quelli basati nelle principali destinazioni leisure dell’area.


Tra le mete più raggiungibili anche quest’anno ci sono le Seychelles. Merito di Air Seychelles che, con l’ingresso di Etihad per il 40% del capitale, ha moltiplicato i collegamenti e rimodernato la flotta. Dal mese di luglio decollerà il volo diretto da Parigi, al posto di quello operato da Etihad via Abu Dhabi. Da dicembre, poi, i collegamenti tra l’hub di Etihad e Mahé operati dai due vettori partner sono aumentati, arrivando a 13 alla settimana. È in vigore dalla scorsa estate, infine, anche il codeshare tra Alitalia e la stessa Air Seychelles, per cui è possibile volare tra Italia e Seychelles, via Abu Dhabi, con un unico biglietto. Pluri-frequenze settimanali anche per Emirates, che da Dubai vola nella capitale dell’arcipelago in coincidenza con i suoi voli da Milano, Roma, Venezia e, dal 3 novembre, anche Bologna. Tra le ipotesi, infine, c’è l’introduzione di un Boeing B787 da Addis Abeba verso Mahè da parte di Ethiopian Airlines, che già collega i due aeroporti tre volte a settimana.


Poche novità, invece, sul fronte Maldive. L’estate 2015 vede la conferma di Emirates (via Dubai), Qatar Airways (via Doha), Oman Air (via Muscat) ed Etihad (via Abu Dhabi). A queste si aggiunge Neos, che vola a Mahe da Milano e Roma.


Discorso simile per Mauritius, dove a Emirates si affiancano i due superstiti del traffico charter di casa nostra: Meridiana e la stessa Neos (entrambe da Milano).


Dal canto suo, Air Mauritius continua a collegare l’Europa – ma non l’Italia – dopo la nomina di Indian Ocean's Leading Airline nel 2014. La new entry del 2015 è Austrian Airlines, che da ottobre volerà da Vienna. Fino al 31 luglio, poi, vale la promozione Condor Airlines che collega Francoforte a Mauritius e Maldive: +6% in più di commissioni per le adv.


Ben collegato all’Europa anche il Madagascar. A Nosy Be, ad esempio, arrivano senza scali Meridiana e Neos, mentre Air Madagascar collega con cinque frequenze a settimana la Francia (Parigi e Marsiglia) ad Antananarivo.

 

Infine, Réunion è collegata da Air Austral e Air France (via Parigi) fino a 11 volte a settimana in codesharing.


Vanilla Alliance

Si chiama Vanilla Alliance l’intesa siglata il 18 giugno da Air Austral, Air Madagascar, Air Mauritius, Air Seychelles e il ministro del Turismo delle Comore. L’alleanza mira a migliorare i collegamenti da e per l’Oceano Indiano, oltre a quelli interni alla regione. Tra le aree di intervento, ai primi posti il rafforzamento delle competenze dei diversi governi in materia di formazione di piloti ed equipaggi, e di sicurezza.

Giorgio Maggi

Ultimi articoli in Speciale Oceano Indiano


Azemar

30 Giugno 2016

Amo il Mondo

30 Giugno 2016

Condor

30 Giugno 2016

King Holidays

30 Giugno 2016

Francorosso

30 Giugno 2016

Acentro

30 Giugno 2016

Futurviaggi

30 Giugno 2016