Giornale del 01 Luglio 2015 - sfoglia il giornale

Doxa-Europcar: ‘Turismo accessibile in ascesa’

ATTUALITA'

01-07-2015 NUMERO: 22

Invia
Nicola Fabbri (Università Bocconi) - Leonardo Cesarini (Europcar Italia) - Paolo Colombo (Doxa) - Riccardo Mastrovincenzo (Europcar Italia) 2015«Sono abbastanza positivi i risultati emersi dall’indagine effettuata da Doxa per l’annuale Osservatorio Europcar, giunto all’undicesima edizione, sul tema delle vacanze della popolazione italiana, quest’anno focalizzato sul turismo accessibile, cioè viaggi e vacanze di famiglie con esigenze specifiche. Famiglie numerose, con bimbi piccoli o persone anziane o con ridotte capacità motorie e sensoriali ed anche con animali domestici». Così Nicola Fabbri, economista e docente di Economia del Turismo all’Università Bocconi di Milano, ha aperto l’incontro svoltosi a Milano per presentare i dati emersi dalla ricerca Doxa-Europcar.

 

«Quest’anno – ha proseguito Nicola Fabbri – tra le oltre 5mila persone intervistate circa il 54% si concederà una vacanza con almeno una notte fuori casa, un dato che ci fa tornare ai livelli pre-crisi, con otto punti in più rispetto allo scorso anno, ma la ripresa sarà lenta».

 

«In generale – ha aggiunto Paolo Colombo, research manager Doxa – la durata massima sarà di una settimana, con qualche giorno in più in particolare per i senior. La destinazione preferita per il 74% è l’Italia, l’estero è in calo e registra solo il 18% e molti devono ancora decidere, probabilmente in attesa di occasioni last minute. La preferenza per oltre il 68% rimane il mare, in particolare Puglia e Toscana; in crescita anche le visite alle città d’arte mentre è in calo la montagna. Sulle destinazioni estere crescono la Francia e l’America del Sud, stabili Grecia e Germania, in calo la Spagna.

 

L’auto si conferma il mezzo di trasporto più usato
Il mezzo di trasporto più utilizzato rimane per il 67% l’auto, in generale di proprietà, seguita dall’aereo, per il 21%, e dal treno. La mobilità seguirà inoltre l’effettivo impatto dell’Expo, che secondo l’inchiesta sarà visitato “sicuramente” dal 17% e “molto probabilmente ” dal 25% degli intervistati.

 

«In questo contesto – ha aggiunto Colombo – spicca il problema della richiesta di accessibilità che coinvolge oltre il 16% delle famiglie italiane, quasi 10 milioni, dei quali, circa il 50%, rappresentato da categorie finora poco considerate, come famiglie numerose con bambini piccoli e turisti con animali domestici».

 

Fabbri: «Manca la comunicazione»
«Da sottolineare soprattutto la mancanza di comunicazione – ha ripreso Nicola Fabbri – Sul problema dell’assistenza sanitaria, per la quale l’Italia è al primo posto in Europa, gioca il fatto che è solo per i residenti, senza collegamenti tra i servizi delle varie città e regioni, che potrebbero risolvere facilmente molti problemi. Mancano anche le indicazioni sulle strutture accessibili nelle varie destinazioni, anche se sta aumentando l’attenzione generale su questo problema, ma bisogna fare molto di più».

 

«Il tema è importante – sottolinea Fabbri – in quanto il turismo accessibile, secondo stime prudenziali, vale in generale una spesa diretta di 11,7 miliardi di euro e una spesa indiretta, incluso l’indotto, di 27,8 miliardi di euro – l’1,75% del Pil –, che, considerando gli accompagnatori, può salire a oltre 30 miliardi. Un mercato potenziale che nel 2020 sarà uno dei promotori assoluti della domanda turistica internazionale».

L’ampia offerta di Europcar
«Europcar – ha poi ricordato Leonardo Cesarini, sales e marketing manager per l’Italia di Europcar – presenta un’ampia e variegata flotta, giovane e sostenibile, che comprende gli ultimi modelli del mercato: dalle city car ai Suv, sempre più interconnesse, delle quali circa il 20% con il cambio automatico, richiestissime dagli stranieri, come i minivan molto utilizzati da australiani e americani. E anche pulmini a 7/9 posti che sono i preferiti dalle famiglie numerose che necessitano di ampio spazio a bordo per passeggino e altro, e da chi usa sedie a rotelle o carrozzine».

 

«Per le prenotazioni di categorie “grandi” è previsto il servizio Priority, presente nelle stazioni Europcar degli aeroporti di Milano Malpensa, Venezia Marco Polo, e Roma Fiumicino, che offre accesso più rapido e gratuito al ritiro del veicolo. In più, a Fiumicino, nel settore check-in della stazione Europcar, è disponibile una Welcome Area per i nostri clienti con spazio relax con confortevoli sedute, recharge station per smartphone e dispositivi mobile. E, a breve, anche nuovi servizi kids-friendly».

 

«Torna, inoltre, la promozione “Parti con chi vuoi e ritorna con noi” – ha annunciato Cesarini – che prevede, il noleggio auto, a partire da 1 centesimo per il primo giorno, per tutte le prenotazioni con ritiro auto tra il 24 agosto e il 30 settembre, per un noleggio massimo di tre giorni e l’acquisto del servizio Full Tank Option, che prevede l’acquisto del pieno di benzina o gasolio con la riconsegna della vettura senza pieno. È una promo valida per le vetture ritirate in Puglia e Calabria, riconsegnate nell’Italia continentale, a esclusione di Calabria, Campania, Puglia e isole, e in Sicilia e Sardegna, riconsegnabili nell’Italia continentale. In occasione di Expo, infine, è previsto un prodotto a orari: ad esempio, da Linate un noleggio per tre ore di una 500 a 39 euro, con possibilità di deposito bagagli e parcheggio presso l’Esposizione Universale».

 

Durante l’incontro è stato rilevato il problema della mancanza di auto a noleggio attrezzate per disabili, per esempio con pedane mobili. «Europcar – ha risposto Cesarini – dispone di due pulmini da otto posti con pedana mobile a Milano e altrettanti a Roma con pedana e guida assistita. È un discorso complesso e costoso che abbiamo avviato lo scorso anno lavorando sul cambio automatico».

 

Nella foto: Nicola Fabbri, Leonardo Cesarini, Paolo Colombo e Riccardo Mastrovincenzo (trade, marketing manager & direct sales manager di Europcar Italia).
www.europcar.it

Dorina Landi

Ultimi articoli in ATTUALITA'