Giornale del 10 Luglio 2015

Con Arkeosardinia.it nuraghi sardi a portata di click

ITALIA

10-07-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Sardegna - nuraghe - mare (101)Fra i 51 siti che fanno dell’Italia la nazione con il numero maggiore di beni scelti dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità ci sono anche i nuraghi della Sardegna. Queste costruzioni, che risalgono all’epoca preistorica, caratterizzano tutto il paesaggio sardo e rappresentano un’immensa ricchezza archeologica.

 

Il sito interattivo Arkeosardinia.it ha “dato vita” ai 48 siti nuragici più belli e interessanti della Sardegna, raccogliendo una grande quantità di contenuti digitali che documentano una storia antica che va dal V millennio a.C. al V secolo d.C.. Sul sito è quindi possibile con un semplice click imparare a conoscere i differenti nuraghi: da quelli più antichi, “a corridoio” o a tholos, a quelli monotorri o ai complessi a più torri; e ancora i nuraghi riutilizzati nei millenni e riadattati a diversi utilizzi, così da diventare siti pluristratificati; oppure ci si può perdere virtualmente nei villaggi nuragici, con spazi dedicati al culto delle acque, i tempi a pozzo o a Megaron.

 

L’inedita iniziativa è nata dalla collaborazione tra le Camere di Commercio di Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari con la Soprintendenza sarda ai Beni Archeologici. Navigando nel sito si può scegliere una delle 48 aree e così avvicinarsi in volo, con visione aerea che offre un’idea del paesaggio circostante.

 

Successivamente è possibile entrare all’interno, per scoprire i segreti più reconditi rivivendo un’esperienza di migliaia di anni fa. I nuraghi selezionati sono tutti aperti e offrono servizio di visite guidate: per ognuno di loro, nel sito sono riportate le informazioni essenziali.
www.arkeosardinia.it


Ultimi articoli in ITALIA