Giornale del 24 Luglio 2015

easyJet: risultati superiori alle attese fra aprile e giugno

LINEE AEREE

24-07-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Nel trimestre aprile-giugno 2015, easyJet ha registrato risultati commerciali migliori rispetto alle previsioni comunicate a maggio, con una riduzione dei ricavi per posto offerto del 2,8% a valuta costante, o del 5,4% a valuta corrente, a 59,08 sterline per posto offerto.

 

I ricavi per posto offerto migliori rispetto alle aspettative derivano da risultati molto positivi delle vendite in Gran Bretagna, dalle vendite dei voli per le destinazioni estive in Europa a maggio e giugno e dall’efficacia delle iniziative di revenue management, che hanno mitigato l’impatto derivante dallo spostamento della Pasqua e dallo sciopero dei controllori di volo in Francia in aprile. La combinazione di questi fattori ha generato una riduzione dei ricavi per posto offerto a valuta costante di tre punti percentuali.

 

I ricavi sono diminuiti dell’1% a 1.228 milioni di sterline, i posti offerti sono aumentati del 4,7% a 20,8 milioni, i passeggeri trasportati sono aumentati del 6,2% a 19,1 milioni e il fattore di riempimento è cresciuto di 1,3 punti percentuali al 91,7%. I costi per posto offerto a valuta corrente incluso il carburante sono diminuiti del 3,3%.

 

Il trimestre – si legge nella nota diffusa dalla low cost britannica – “è stato caratterizzato da condizioni operative difficili, con elevati livelli di interruzioni di servizio causati dallo sciopero dei controllori di volo in Francia e dall’incendio che ha colpito l’aeroporto di Roma Fiumicino, che, insieme, hanno determinato 1.364 dei 1.463 voli cancellati nel trimestre, rispetto alle 648 cancellazioni nello stesso periodo dell’anno precedente”.

 

Una situazione che ha avuto un forte impatto sull’andamento del costo per posto offerto escluso il carburante, che è aumentato del 2,8% a valuta costante ma diminuito del 2,1% a valuta corrente. Lo sciopero dei controllori di volo in Francia e l’incendio a Roma Fiumicino hanno determinato l’aumento di 1,1 punti percentuali a valuta costante.

 

E ancora: le iniziative di lean management implementate da easyJet hanno generato risparmi per ulteriori 7 milioni di sterline durante il trimestre, per un totale di 28 milioni dall’inizio dell’anno fiscale, derivanti da iniziative legate agli aeroporti e alle società che erogano i servizi aeroportuali.

Al 30 giugno 2015, le disponibilità liquide di mezzi ammontavano a 930 milioni di sterline e la liquidità netta a 421 milioni di sterline.

 

«I risultati del trimestre terminato il 30 giugno 2015 dimostrano la solidità della strategia di easyJet, in particolare grazie alle performance del Regno Unito e delle destinazioni estive da tutta Europa – sottolinea Carolyn McCall, amministratore delegato del vettore – Con il 77% di posti già venduti per il secondo semestre dell’anno fiscale, easyJet prevede una crescita dei profitti prima delle imposte, che passeranno dai 581 milioni di sterline registrati nell’anno fiscale conclusosi al 30 settembre 2014, a un valore compreso tra i 620 e i 660 milioni di sterline per l’anno fiscale che si concluderà il 30 settembre 2015. I risultati del trimestre confermano che per l’anno fiscale 2015 easyJet potrà aumentare ricavi, profitti e dividendi».
www.easyjet.com/it/


Ultimi articoli in LINEE AEREE