Giornale del 30 Luglio 2015

Con Bologna City Branding la città emiliana si promuove

ITALIA

30-07-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Matteo Lepore - Celso De Scrilli 2015 - Bologna WelcomeBologna Welcome, la DMO della città emiliana alla quale è affidato lo sviluppo e le attività di accoglienza e di promozione turistica sia a livello nazionale che internazionale, ha presentato il progetto Bologna City Branding.

 

«Un lavoro iniziato nel 2012 e molto impegnativo sul piano politico, economico e culturale – spiega Matteo Lepore, assessore Economia e Promozione, Turismo, Relazioni Internazionali e Agenda digitale del Comune di Bologna – allo scopo di riposizionare Bologna sia a livello nazionale che internazionale. Una città che, negli ultimi cinque anni, accanto alla tradizionale vocazione per un turismo business, legato alla Fiera e ai congressi, ha registrato un grande incremento anche del settore leisure. In particolare da parte di turisti stranieri che, nel periodo estivo, sono cresciuti del 90%. Solo nel 2014 i turisti italiani hanno registrato un incremento del 4,3% e quelli stranieri del 5,2, questi ultimi provenienti, in maggioranza, da Gran Bretagna, Usa, Germania, Spagna e Francia. Numeri che ci spingono a incrementare la comunicazione e l’offerta turistica e ad estenderla anche a tutta l’area metropolitana».

 

L’obiettivo di Bologna Welcome è di arrivare, entro il 2020, a un incremento medio annuo del 5,2% in città, aumentando il pernottamento medio, che al momento si attesta sulle due notti, ampliando l’offerta turistica sia in città che nell’area metropolitana e la comunicazione.

 

Il ruolo fondamentale dell’aeroporto Gugliemo Marconi
«Per ottenere questi risultati – aggiunge Lepore – è fondamentale il ruolo dell’aeroporto Gugliemo Marconi, che ha recentemente completato la procedura per la quotazione in Borsa, il settimo in Italia nel 2014 per numero di passeggeri trasportati, circa 6,6 milioni, +6,2% rispetto al 2013, dei quali il 70% su voli internazionali. Le destinazioni servite sono state 99, delle quali 13 domestiche e 86 internazionali operate da 48 compagnie aeree in prevalenza europee. Alla fine di marzo 2015 il Marconi è salito al sesto posto per numero di passeggeri tra gli aeroporti italiani. Tra le novità anche il recente accordo con Emirates per un volo giornaliero Bologna-Dubai».

 

«Il progetto Bologna City Branding – sottolinea l’assessore – ha sviluppato anche un innovativo logo che ne genera altri di diverso significato componendo una specie di alfabeto fatto di segni geometrici che riconducono alla memoria storica della città: City of Food, City of Culture e City of Motors, i tre cardini della promozione, nazionale e internazionale, per illustrare le molteplici eccellenze della città, tutti uniti nell’altro nuovo logo “is Bologna/Bologna è”» .

 

L’essenza del Made in Italy
«Bologna Welcome – sottolinea Celso De Scrilli, presidente della DMO – è un’unione tra pubblico e privato, responsabile dell’accoglienza e della promozione con il compito di preparare prodotti in grado di soddisfare e coinvolgere il turista. Per i turisti internazionali Bologna si presenta come l’essenza del Made in Italy, una città moderna, ma saldamente ancorata al passato in grado di dare emozioni autentiche».

 

«L’importanza gastronomica di Bologna è sottolineata da FICO-Fabbrica Italiana Contadina/Eataly World, un grande parco tematico a ingresso gratuito che racconta il settore agroalimentare attraverso campi dimostrativi e allevamenti, botteghe e mercati, e oltre 40 laboratori di trasformazione delle materie prime gestiti dalle migliori aziende del settore. E ancora aree didattiche e oltre 20 ristoranti che servono menù tradizionali e street food point».

 

Molti gli eventi sul piano culturale e, dopo il successo della mostra “La Ragazza con l’orecchino di perla” nel 2014, quest’anno è stata la volta delle mostre su “Giovanni da Modena”, “Da Cimabue a Morandi”, e quella di Escher, appena chiusa, a Palazzo Albergati che ha contato oltre 100mila visitatori. E in autunno ci sarà la grande esposizione dedicata agli Egizi al Museo Archeologico e quella di Brueghel sulla pittura fiamminga.

 

«E per gli amanti dei motori – conclude De Scrilli – da non dimenticare le possibilità di visite, con pacchetti ad hoc, alle importanti fabbriche di auto e moto come Lamborghini e Ducati, ed anche, nella vicina Modena, a quelle di Ferrari e Maserati».

 

Per i visitatori, oltre ai punti informativi già presenti in città, in Piazza Maggiore e all’aeroporto, nei prossimi mesi ne sono previsti altri, mentre una redazione interna gestisce contenuti informativi turistici veicolati anche sul web (bolognawelcome.it) e sui più importanti social.

 

Nella foto: Matteo Lepore e Celso De Scrilli

www.bolognawelcome.it

Dorina Landi

Ultimi articoli in ITALIA