Giornale del 08 Settembre 2015

Repubblica Ceca: cresce l’incoming, anche dall’Italia

DESTINAZIONI

08-09-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Lubos%u030C Rosenberg 2015 - Repubblica Ceca - ExpoDal 7 settembre, per otto settimane, tre tram personalizzati dalle affissioni “Il padiglione ceco vi aspetta” circoleranno in centro a Milano. La campagna pubblicitaria outdoor, con immagini di natura su una facciata e di città culturali sull’altra, vuole promuovere la presenza della Repubblica Ceca a Expo 2015, di cui è General Partner.

 

Un padiglione fra i più visitati, in posizione strategica subito all’inizio del Decumano e terribilmente accattivante per quel benvenuto di Hydal in una piscina. La statua futuristica, posizionata di fronte all’ingresso del padiglione, parte da un accenno di carrozzeria d’automobile che si trasforma in una testa di uccello azzurro. A simboleggiare l’integrazione tra tecnologia moderna e natura, obiettivo della presenza ceca al sito espositivo, leit-motiv l’acqua.

 

Nel segno della concretezza e dell’efficienza
Proprio davanti a Hydal incontriamo Lubos Rosenberg (nella foto), tornato a dirigere CzechTourism Italia da febbraio. «La percezione del Paese in Expo sarà l’eredità sulla quale lavoreremo all’Ente del turismo, sviluppando temi come concretezza ed efficienza», spiega il direttore, soddisfatto di aver già superato la quota di 1.450.000 visitatori (a fronte dei due milioni previsti a inizio manifestazione per tutti i sei mesi). Tra visita al Laboratorio del Silenzio, allo spazio Land of Stories (con mostra temporanea dedicata alla regione orientale Moravia-Slesia) e specialità di selvaggina, è poi proseguito l’incontro focalizzato al trade.

 

I dati del primo semestre 2015 confermano «un trend indubbiamente in crescita per la nostra destinazione, vicina e dal continuo appeal: +2,6% con 180.764 italiani che hanno effettuato 506.381 pernottamenti con una media di 3,7 giorni – annuncia Rosenberg – Se il primo mercato rimane la Germania, seguito da quello russo, l’Italia si attesta al sesto posto». L’80% dei turisti è concentrato su Praga, prodotto di punta il city break (70% fai da te), che d’estate diventa fly&drive: vince per la sua bella vita notturna e i ponti, e nel settore Mice si segnala come decima destinazione congressuale a livello mondiale, secondo ICCA, l’Associazione Internazionale di Congressi e Conferenze.

 

Turismo scolastico, castelli boemi e Unesco
Gestito al 100% dal trade invece il turismo scolastico, prodotto forte come gli itinerari a castelli boemi, città e siti dell’Unesco (la Repubblica Ceca ne vanta la più alta concentrazione mondiale per kmq). È raddoppiato negli ultimi 15 anni il golf, con l’offerta super di 130 campi, mentre emerge il cicloturismo, soprattutto lungo i fiumi Moldava e Elba.

 

Tutti questi prodotti, incluso il turismo religioso evolutosi di recente, saranno supportati nel 2016. Un anno importante per la Repubblica Ceca: ricorrono, infatti, i 700 anni dalla nascita di Carlo IV, sovrano boemo nonché Imperatore del Sacro Romano Impero, figura di spicco della storia del Paese e dell’Europa. Suo nonno è citato da Dante come la figura capace di riunire l’Italia.

 

Quanto alle novità sui collegamenti aerei, da ottobre i voli estivi di Czech Airlines su Praga da Bologna e Venezia diventeranno a frequenza annuale, oltre ai quotidiani collegamenti da Milano e Fiumicino. Vueling aggiungerà alla classica tratta da Roma il nuovo collegamento da Firenze per Natale e Capodanno. E poi ci sono Alitalia, easyJet, Wizz Air e Smartwings.

 

CzechTourism sarà presente a No Frills di Bergamo (Stand A10) e TTG Incontri di Rimini (padiglione A1, corridoio 2, Stand 058) insieme ai co-espositori CSA Czech Airlines e alle agenzie ricettiviste Kompas e Consultour.
www.czexpo.com - www.czechtourism.com

Adriana De Santis

Ultimi articoli in DESTINAZIONI