Giornale del 16 Settembre 2015

Premio TCU 2015: tour in India 100% tailor made

UNESCO

16-09-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Categoria Tour operator

 

India Centrale: mystic India
Ruby Travel

 

Viaggio di 13 giorni fra regioni poco frequentate e meno scintillanti del Rajasthan, ma tanto seducenti quanto umane. Un mosaico della cultura buddista, induista e giainista che si manifesta nei moltissimi monumenti in questa parte segreta dell’India, dove assaporare l'essenza di questo complesso Paese, lontani dai grandi flussi turistici. Si esploreranno molti siti del Patrimonio mondiale Unesco, fonti insostituibili di vita e ispirazione.

 

Programma: primo giorno, viaggio aereo con voli Etihad, cambio ad Abu Dhabi. Pernottamento a bordo. Secondo giorno, Delhi: al mattino visita della Nuova Delhi con i viali alberati Edwin Lutyens e Herbert Baker che conducono a Connaught Place e alla Porta dell’India. Ha musei raffinati, giardini, templi e mausolei, tra questi la Tomba di Humayun, è uno dei primi esempi di architettura Mughal in India, Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Nel tardo pomeriggio trasferimento nel centro di Delhi per una passeggiata attraverso una folla di persone, vicoli stretti e il trambusto di Chandni Chowk, senza dubbio il mercato più attivo ed antico di Delhi oggi patria di argentieri, sarti, officine negozi di dolciumi e street food. La guida spiegherà la storia del territorio e si visità la Jama Masjid, un tempio indù e un tempio jain per un arazzo della religione in India. In risciò trasferimento in un tipico ristorante indiano per la cena. Ritorno in hotel e pernottamento. Terzo giorno: al mattino volo aereo per Bhopal. Il pomeriggio partenza con la guida a bordo di un tuk-tuk alla scoperta di Bhopal, la città dei laghi. Visita al Museo Nazionale Indira Gandhi Rashtriya Manav Sangrahalaya, un museo a cielo aperto. Continuazione per Gauhar Mahal, uno dei primi edifici costruiti dai nawabs di Bhopal in 1816, magnifica espressione della fusione tra arte indù e Mughal. Infine, nel cuore della città, il Chowk bazaar fiancheggiato da antiche moschee e havelis. I negozi nei suoi stretti vicoli sono uno scrigno di artigianato tradizionale di Bhopal.
Quarto giorno Bhopal: Sanchi-Udaigiri-Bhimbetka-Bhojpur per ammirare un pezzo affascinante di arte buddista. Sanchi è Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1989. Nel pomeriggio visita alle grotte rupestri di Bhimbetka, ai piedi dei Monti Vindhyan, sito inserito nell’elenco dei Patrimoni Mondiali dell’umanità. Vi si trovano pitture rupestri che mostrano quasi 10.000 anni di civiltà il che le rende fra le più antiche del mondo. Il sito di Bhimbetka è stata iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale essendo un paesaggio culturale, poiché rivela la grande interazione tra gli esseri umani e il loro ambiente e preserva le tradizioni dei villaggi adivasi quasi scomparsi. Al termine visita del tempio shivaita di Bhojpur, dalle impressionanti dimensioni e ritorno a Bhopal. Quinto giorno Bhopal-Ujjain-Indore. Lungo trasferimento per Indore, l’antica capitale dei Malwan. Sosta a Ujjain durante il percorso, uno dei centri più sacri di pellegrinaggio per gli indù. Arrivo a Indore e sistemazione in albergo.
6°giorno. Partenza al mattino con autista privato per Mandu, città fortezza dal fascino e dal romanticismo incomparabile dove apprezzare il meglio dello stile architettonico islamico: uno scenario da paese delle fiabe, coi laghetti, i palazzi, i templi. Proseguimento per Maheshwar, villaggio ricco di atmosfera. Il Forte e i bellissimi templi si specchiano nelle acque del fiume sacro Narmada. Sistemazione all’Ahilya Fort, un luogo incantevole che occupa parte del Forte arroccato sopra il fiume. Passeggiata nei ghats con sosta ai negozi famosi per la seta locale dove vi affascinerà visitare i laboratori con le innumerevoli matasse colorate. Settimo giorno Maheshwar. Consigliata una passeggiata alle prime luci dell’alba. In questo momento si avrà l’opportunità di mescolarsi alla popolazione locale che viene a pregare e purificarsi nelle acque del fiume sacro. A seguire, escursione a Omkareshwar, piccola isola alla confluenza dei fiumi Narmada e Kaveri, è una delle città sacre dell'India dove centinaia di persone ogni giorno vengono in pellegrinaggio da tutte le parti del Paese.
Ottavo giorno. Trasferimento all’aeroporto di Indore con autista privato. Volo per Aurangabad, cambio a Bombay. All’arrivo accoglienza da parte del nostro personale e trasferimento in albergo. Nove giorno. Giornata di escursione alle grotte di Ajanta: scoperte nel 1819, le 30 grotte sono state dichiarate dall'Unesco Patrimonio mondiale dell'Umanità nel 1983. I primi monumenti rupestri buddisti di Ajanta datano dal II al I secolo a.C.. Al gruppo originario sono state aggiunte numerose grotte durante il periodo Gupta (V e VI secolo d.C.); i dipinti e sculture all’interno che celebrano per lo più la vita del Budda, sono considerati dei capolavori di arte religiosa buddista e segnano l’inizio dell’arte classica indiana.
Decimo giorno. Al mattino la visita al complesso monumentale di Ellora, patrimonio mondiale Unesco, testimonianza delle tre grandi religioni – Buddismo, Induismo e Giainismo – mostrerà lo spirito di tolleranza che era caratteristico dell’antica India. I templi furono scavati fianco a fianco nella roccia fra il IV e il IX secolo prima da monaci buddisti poi induisti e infine jainisti. Una creazione artistica unica con una sequenza ininterrotta da 600 a 1.000 monumenti che fanno rivivere la civiltà dell’antica India. Nel pomeriggio visita all’inespugnabile fortezza di Daulatabad e trasferimento all’aeroporto. Volo per Bombay, città portuale che si affaccia sul Mar Arabico. Famosa per la sua mega popolazione, la scintillante industria cinematografica di Bollywood e gli estremi di ricchezza e povertà. Una città che non dorme mai.
Undicesimo giorno. Al mattino escursione all’isola di Elephanta, il battello parte dal Gateway of India di fronte al Taj Mahal Hotel, un gioiello del XX secolo che fra l’altro è stato il primo hotel a consentire l’ingresso agli indiani. L’isola di Elephanta contiene una collezione di arte rupestre legato al culto di Shiva. L'autenticità di questo luogo è stata ben mantenuta fin dalla sua iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco, e tutti i componenti archeologici nelle grotte di Elephanta sono conservati nel loro ambiente naturale. Nel pomeriggio, una passeggiata fra magnifici edifici gotici e indo-saraceni. Si comincia con la Chhatrapati Shivaji, ex Victoria Terminus, una delle più spettacolari stazioni ferroviarie al mondo, costruita nel 1878. Iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco dal 2004, è uno straordinario esempio di stile gotico vittoriano mescolato a temi dell’architettura tradizionale indiana, un eccellente esempio della fusione fra due culture. La visita continua con quello che era tradizionalmente la parte originaria della città con case ed edifici religiosi dall’architettura popolare per arrivare al Crawford Market e Chor Bazar. La passeggiata si conclude con l’assaggio di un Kulfi al “Dairy Farm Parsi” un leggendario locale sin dal 1916. Dodicesimo giorno. La mattinata è dedicata a una passeggiata di un paio di ore al British Heritage District di Mumbai per conoscere il mondo della pittura e scultura indiana contemporanea. Kala Ghoda ospita numerose gallerie d’arte, musei e spazi culturali; diversi ristoranti, famosi negozi e boutique di stilisti emergenti indiani. Durante la passeggiata verrà spiegata la storia di alcuni edifici storici di Mumbai e si potrà visitare gallerie di diverse scuole di arte indiana. La nostra passeggiata cerca di fornire una prima comprensione dell’arte moderna indiana e la sua evoluzione dal 1900 ad oggi. Nel tardo pomeriggio trasferimento all’aeroporto assistiti dal personale locale del tour operator. Viaggio aereo di ritorno in Italia. Pernottamento a bordo. Tredicesimo giorno: in mattinata arrivo a Malpensa.

 

Estensione al Pachmarhi National Park & Satpura National Park. La Riserva Pachmarhi si trova nella regione biogeografica della Penisola Deccan. È entrata a far parte del progetto Unesco delle scienze ecologiche per lo sviluppo sostenibile e del network mondiale delle riserve della biosfera.

 

Quota: 3.100 euro p/p, base 2 partecipanti, partenze individuali date libere
www.rubytravel.it

 

Premio Turismo Cultura Unesco - logoRuby Travel è candidato al Premio Turismo Cultura Unesco 2015, per la categoria Tour operator. Il riconoscimento è assegnato da L’Agenzia di Viaggi il 19 settembre al Palazzo della Regione di Padova, nel corso del WTE-World Tourism Expo.

 

Il Premio TCU, lanciato cinque anni fa, ha l’obiettivo di promuovere le aziende (le categorie sono cinque: T.O., Adv, Strutture ricettive, Enti ed Eventi) che offrono esperienze di viaggio nei siti Patrimonio dell’Umanità Unesco.
www.worldheritagetourismexpo.com


Ultimi articoli in UNESCO