Giornale del 25 Settembre 2015

Aeroporto di Bergamo, oltre 10 milioni di passeggeri

AEROPORTI

25-09-2015 NUMERO: Giornale Online

Invia
Continua senza soste la crescita dell’aeroporto di Bergamo che, per la prima volta nella sua storia, a luglio e agosto 2015 ha superato il milione di passeggeri movimentati in un solo mese. In questo modo, lo scalo non solo ha proseguito il trend che lo proietta oltre il traguardo dei 10 milioni di passeggeri, ma ha anche confermato di occupare ormai stabilmente la terza posizione nel panorama nazionale.

 

Nel periodo 2006-2014, Sacbo ha fatturato 833 milioni di euro generando utili per 96 milioni e movimentato oltre 58 milioni di passeggeri e 1 milione e 75mila tonnellate di merce aerea. Nell’ultimo decennio Sacbo ha prodotto investimenti con risorse proprie per 154 milioni di euro, di cui 23 milioni serviti a finanziare le opere di raddoppio dell’area partenze e arrivi del terminal in coincidenza con l’apertura di Expo 2015. Entro giugno 2016, verranno poi completati i lavori per la realizzazione di tre nuove piazzole di sosta aeromobili di classe B737, con l’aggiunta di una piazzola deicing, per un valore complessivo di 7 milioni.

 

Tra le motivazioni che spingono i passeggeri a scegliere lo scalo bergamasco, la principale attrattiva è rappresentata per oltre il 50% dei viaggiatori dai voli low cost (più del doppio del benchmark medio degli altri scali italiani), seguita dall’offerta delle destinazioni, dall’accessibilità e dalla comodità dei servizi. Inoltre, l’aeroporto di Bergamo si colloca tra gli scali italiani con l’utenza tra le più “giovani” a livello nazionale, con un’età media dei passeggeri che, per oltre il 70%, risulta composta dalla fascia d’età inferiore ai 44 anni. In continua crescita, poi, l’utenza dei passeggeri business (attestata al 25%), mentre è da sottolineare come lo scalo bergamasco risulta il preferito dalle donne, che rappresentano il 45% del totale dei passeggeri, 5 punti percentuali in più rispetto agli altri scali nazionali.

 

Sempre restando alle preferenze dei viaggiatori, più del 44% dei passeggeri si presenta a Orio al Serio con un anticipo superiore alle due ore rispetto all’orario programmato del volo. «In tale contesto l’aerostazione da semplice punto di transito del viaggio diventa occasione per shopping e degustazione enogastronomica – ha spiegato Matteo Baù, responsabile commerciale non aviation di Sacbo – Nasce così il nuovo spazio Italian Taste Court dedicato ai Best Seller, internazionalmente riconosciuti e rappresentati dalle eccellenze della produzione enogastronomica italiana, con un wine bar, preparazione di alta qualità curata da chef stellati, presenza diretta dei produttori».
www.orioaeroporto.it/it/


Ultimi articoli in AEROPORTI